Home Cronaca

Terminati i lavori di riqualificazione dell’antico Fontanile Leopardi

14 luglio 2020 – Sono giunti al termine i lavori di manutenzione straordinaria del Fontanile Leopardi, con la riqualificazione di un’area pubblica in una zona centrale della città, da molti anni inaccessibile e praticamente invisibile dalla strada pubblica, a causa di una fitta vegetazione incolta. L’antico fontanile, asciutto ormai da tempo, anche se in anni recenti sul fondo è ricomparsa temporaneamente l’acqua, a seguito dell’innalzamento della falda, è ormai scollegato dal reticolo idrico minore, che un tempo era utilizzato per l’irrigazione delle campagne e per la regolazione delle acque meteoriche.


“L’intervento paesaggistico – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici, Enrico Ioli, ha restituito l’area all’uso pubblico, con lo sfoltimento della vegetazione spontanea, la ripulitura del fondo del fontanile, la formazione di una scala di accesso a uso manutentivo, l’eliminazione di una vecchia recinzione e della siepe su via degli Orti, la piantumazione di numerosi nuovi alberi e la potatura di quelli esistenti. Gli interventi sono stati progettati secondo le prescrizioni di Città Metropolitana, competente per la tutela del fontanile. Sono inoltre stati eseguiti alcuni percorsi pedonali in terra battuta, come prescritto dagli enti di controllo per conservare la naturalità del sito, e si è intervenuti sull’illuminazione pubblica, sulla sistemazione a verde attrezzato con panchine e cestini di una porzione dell’area, sulla formazione di un nuovo marciapiede ciclopedonale sul lato sud di via degli Orti, che è collegato alla ciclopedonale di via Leopardi tramite un attraversamento rialzato a quota marciapiede, con la funzione di migliorare la sicurezza di pedoni e ciclisti e nel contempo di rallentare la velocità delle auto su via Leopardi”.


Dal canto sui il sindaco, Michela Palestra, sottolinea come sia importante recuperare aree abbandonate della città restituendole alla fruizione dei cittadini: “Il recupero del Fontanile Leopardi – dice Palestra – è la realizzazione di un punto importante del nostro programma amministrativo, un lavoro rispettoso della naturalità del sito e un completamento della sistemazione viaria di uno degli ingressi al centro storico della città. L’iter è stato lungo, a causa delle numerose autorizzazioni necessarie per intervenire su un sito sensibile dal punto di vista paesaggistico e della necessità di intervenire tenendo conto dei periodi vegetativi. La progettazione e la realizzazione sono state improntate al rispetto della naturalità del luogo. Offriamo ai cittadini un’altra preziosa area che va ad aumentare il già importante patrimonio verde di Arese. Confidiamo che i cittadini sappiano apprezzarla e farne buon uso”.

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese