Home Cronaca

Trasporti pubblici: prezzi agevolati per gli studenti

07 settembre 2016 – Confermate le già annunciate agevolazioni tariffarie per i servizi di trasporto pubblico delle aziende che fanno parte del Sitam (come Atm e Airpullman) riservate agli studenti per l’anno scolastico e accademico 2016–2017. A beneficiarne potranno essere gli studenti diurni di età non superiore ai 26 anni e con un limite massimo di reddito individuale fissato in 8.481,84 euro, che avranno la possibilità di ottenere direttamente in Comune gli abbonamenti annuali a tariffa agevolata. L’esempio tariffario probabilmente più immediato per i ragazzi aresini è quello relativo al tragitto da Arese a Milano e nella rete urbana milanese, che comprende i bus delle linee 560 e 561, la rete urbana di Atm, i bus, i tram e le metro e i tratti in Milano delle linee ferroviarie di Trenord, Passante Ferroviario incluso.

Questo abbonamento, definito come “Annuale area media”, per chi dovesse accedere alla tariffa agevolata avrà un costo annuale di 554 euro, e cioè 141 euro in meno rispetto alla tariffa piena che ha un prezzo di 695 euro. “Abbiamo sottoscritto questo accordo con Atm – commenta il sindaco Michela Palestra – per favorire l’uso del trasporto pubblico da parte degli studenti, rinnovando il nostro impegno per la tutela dell’ambiente e per una mobilità sostenibile.  Come amministrazione abbiamo sempre cercato di porre in essere ogni azione utile a liberare le città dal traffico delle auto e, di conseguenza, a migliorare la qualità dell’aria. Peraltro, questo non può e non deve avvenire solo nei periodi di emergenza smog, ma in maniera continuativa durante tutto l’anno e questo provvedimento va in questa direzione”.

L’assessore alla Mobilità, Roberta Tellini, sottolinea invece l’aspetto economico dell’iniziativa: “Con l’avvio del prossimo anno scolastico – dice Tellini – le nostre ragazze e i nostri ragazzi potranno spostarsi con i mezzi SITAM a un prezzo agevolato, grazie alla proficua collaborazione tra il nostro Comune e l’azienda milanese. Siamo convinti che i cittadini utilizzerebbero i mezzi pubblici più di frequente se fossero meno costosi e questo accordo consente alle famiglie un bel risparmio, soprattutto nel caso di più figli studenti”.

A partire dal prossimo autunno dunque, gli studenti interessati potranno rivolgersi allo Sportello del Cittadino per avere maggiori informazioni e per sottoscrivere il modulo di richiesta. Il pagamento avverrà online con carta di credito o PayPal direttamente ad Atm, la quale provvederà al rilascio dell’abbonamento, che sarà possibile ritirare successivamente in Comune.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese