Home Cronaca

Un bel libro ci racconta la storia di Arese

22 ottobre 2012 – Qualche giorno fa è stato presentato in anteprima “Città di Arese Cronaca politico – amministrativa (anni 1945 – 2012)”, un interessante libro realizzato da Roberto Benvenuti che ripercorre la storia della nostra città dal primo dopoguerra a oggi, con la politica locale e i suoi protagonisti a farne da filo conduttore. L’introduzione all’opera è stata fatta dal presidente del Laboratorio di ricerca per la politica Marco Carcano, che così ha descritto il libro e il suo autore: “Anche se Roberto Benvenuti è un dirigente locale di partito, in questo libro riesce a guardare dall’esterno i fatti che hanno avuto la nostra città per protagonista. L’opera è interessante perché non è scritta da uno storico ma piuttosto da una persona che ha vissuto in prima persona molti dei fatti proposti”.

E in effetti è proprio così, perché Benvenuti, nella realizzazione del libro, ha scelto di tenere una posizione molto defilata, lasciando che a raccontare fossero le fonti ufficiali o giornalistiche presenti nei quasi 70 anni di ricostruzione storica. “I miei interventi – conferma Benvenuti – sono ridotti al minimo perché ho preferito che a raccontare fosse la cronaca locale. Il lettore potrà poi fare tutti i collegamenti, notando anche come, fatto interessante, Arese abbia spesso anticipato quanto si sarebbe poi verificato in ambito politico a livello nazionale”.

L’opera è divisa in tre blocchi, che ne rappresentano anche tre chiavi di lettura: nella prima parte si trova una raccolta di tutti gli eventi significativi della storia di Arese, catalogati in ordine cronologico. La seconda parte è, invece, dedicata agli uomini, alle donne e ai partiti di Arese, dall’immediato dopoguerra fino alle ultime elezioni amministrative. Nella terza parte, infine, a essere protagonista è la storia delle testate giornalistiche locali, ben 31, che sono state pubblicate ad Arese. Le notizie fornite sono numerose, come anche le curiosità. Sfogliando il libro si scopre, per esempio, che Arese, tradizionalmente considerata una città di centrodestra, ha avuto come primo sindaco del periodo repubblicano Felice Pallavera, eletto nel marzo 1946 all’interno di una coalizione formata da Pci e Psi che raccolse il 60,7 per cento dei consensi tra i 1.554 cittadini aventi diritto al voto.

Sulle ragioni che lo hanno spinto a pubblicare questo libro, frutto di due anni di lavoro, Benvenuti dice: “L’approccio degli abitanti di Arese alla storia della loro città è curioso, perché tutti tendono a farla iniziare con il giorno in cui ci sono venuti ad abitare. In realtà Arese, pur se è un comune giovane, ha una sua storia ben precisa e il mio intento, quando ho iniziato a lavorare sul libro, era proprio quello di condividerla con tutti coloro che ci abitano”.

Il libro di Benvenuti verrà presentato ufficialmente il 17 novembre, nel corso di un evento dove, oltre all’autore, saranno presenti diversi dei protagonisti dei fatti elencati nell’opera. Chi fosse interessato a una copia di questa interessantissima testimonianza sulla storia di Arese, può contattare l’autore all’indirizzo di posta elettronica [email protected] A titolo di rimborso spese, il libro verrà offerto a 12 euro nella versione cartacea e a 5 euro nella versione Pdf su Cd.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.