Home Cronaca

Un giorno di tregua per il Covid-19, mentre riparte la pulizia approfondita delle strade (senza spostare le auto)

9 aprile 2020 – Finalmente Arese vive una giornata tranquilla sotto il profilo del contagio di Covid-19: la contabilità è ferma ai 63 infetti e 11 decessi dall’inizio dell’epidemia. Ovviamente questo non autorizza nessuno ad abbassare la guardia. Per continuare a cercare di limitare l’espansione del Coronavirus, il Comune ha deciso di effettuare un’ulteriore pulizia approfondita delle strade su tutto il territorio cittadino.

Anche in questa occasione all’acqua sarà aggiunto un detergente liquido ad alto potere igienizzante, mentre non verrà utilizzato ipoclorito di sodio (la candeggina), poiché si tratta di una sostanza irritante e dannosa per l’uomo e l’ambiente. Il Comune segnala che SOLO QUESTA VOLTA non sarà necessario spostare le macchine. Le auto andranno invece regolarmente spostate in occasione delle consuete pulizie settimanali regolarmente programmate.

Ecco quanto ha scritto oggi il sindaco Michela Palestra sul sito del Comune:

Al momento il portale dei dati ATS sul numero di contagi non registra aumenti di casi sul nostro territorio. Speriamo di poter confermare questo dati nei prossimi giorni. Credo che comunque i numeri, per quanto importanti, non debbano cambiare la nostra percezione della situazione, che è ancora di emergenza.

Ieri abbiamo pubblicato le informazioni sui buoni spesa e/o sulle carte prepagate per le famiglie in difficoltà, quindi vi chiedo di capire se tra i vostri conoscenti o vicini di casa ci sono famiglie, che magari non accedono alla comunicazione social, a cui destinare questi benefici. Cerchiamo di essere solidali e attenti come comunità.

So che molti cittadini hanno una seconda casa, ma vi esorto a non raggiungere altre località per le prossime festività pasquali. Non fate pic-nic nei parchi pubblici, ma state con la vostra famiglia nelle vostre case. Siate responsabili: non vanificate i sacrifici di questi mesi.

Michela Palestra, Sindaco di Arese

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese