Home Cronaca

Un gran fine settimana tra cibo e motori

04 giugno 2015 – “Expo per ora non ha avuto un effetto volano per il territorio. Credo però che eventi come quello del prossimo fine settimana, che nascono dalla collaborazione tra i Comuni della zona, potranno arrivare dove Expo non è arrivata”. E’ con queste parole che Giuseppe Scarfone, assessore rhodense a Sport e tempo libero, Cultura, Eventi e promozione della Città ha presentato la tappa che nel prossimo fine settimana farà il tour Velocità e Lentezza nella nostra area, e più precisamente sulla rinnovata e appena riaperta, come centro di guida sicura, pista prove dell’ex Alfa Romeo. Il tour è promosso dall’Associazione Città dei Motori e in totale toccherà tredici città italiane, una delle quali è appunto Arese, dove la manifestazione è stata strutturata e organizzata congiuntamente dai Comuni di Arese, Lainate e Rho. Il tour Velocità e Lentezza rappresenta il connubio tra l’innovazione e la dinamicità del motorismo e la lentezza “virtuosa” dei processi di maturazione, stagionatura ed invecchiamento che fanno dei prodotti dell’enogastronomia italiana eccellenze apprezzate in tutto il Mondo.

“Sarà – spiega l’assessore aresino Roberta Tellini, che in Città dei Motori è delegata in materia di Ambiente, Mobilità sostenibile e Ricerca – una manifestazione ricca di contenuti: ci saranno in mostra le Alfa Romeo del Riar e altri veicoli storici, Ferrari, Harley Davidson, Mv Agusta, Vespa, auto storiche dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato e di Croce Bianca. Il tour non sarà però solo espositivo, ma offrirà la possibilità di vedere girare in pista questi magnifici veicoli. Sarà poi possibile, se le condizioni lo permetteranno, girare gratuitamente in pista e provare i moduli di guida sicura. Inoltre, si potranno degustare specialità enogastronomiche e concedersi diversi momenti di relax e divertimento. Sarà sicuramente una giornata diversa all’insegna dei motori, del gusto e della buona musica”.

Il programma, che si dipanerà nelle giornate di sabato 6 (a partire dalle ore 10.00 e fino alle 22.00) e domenica 7 giugno, si svolgerà quasi interamente presso la rinnovata pista di collaudo dell’area ex Alfa Romeo, con un’appendice, domenica pomeriggio, al Centro Sportivo Davide Ancilotto, dove sono state organizzate una serie di attività collegate all’evento. Nel suo insieme la manifestazione punta a offrire ai cittadini e ai visitatori due giornate emozionanti abbinando motori e sapori: due tipi di eccellenze per una festa adatta a tutte le età. Degustazioni, sfilate, esposizioni, mini-corsi di guida sicura gratuiti, giochi a premi e la spettacolare ricostruzione dal vivo di una Vespa pezzo per pezzo, sono i punti forti della due giorni aresina del tour Velocità e Lentezza. In particolare, nella giornata di sabato saranno esposte o sfileranno in pista le auto storiche del Riar (Registro Italiano Alfa Romeo), i mezzi della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Croce Bianca, le moto Mv Agusta e Harley Davidson, i truck di Città dei Motori e il Pullman Azzurro della Polizia di Stato. Domenica sarà, invece, la volta delle Ferrari, delle auto storiche dell’Arma dei Carabinieri e dei mezzi di Polizia di Stato, delle moto Mv Agusta e Harley Davidson, delle Vespa e delle auto storiche del club Lainate. Sempre domenica, nel tardo pomeriggio, un nutrito gruppo di Vespa, affiancato da Harley Davidson e Mv Agusta, si sposterà  verso il Centro sportivo comunale, dove sono previste altri momenti di intrattenimento, musica e buon cibo. Per la parte “lentezza” alla pista prove non mancheranno gonfiabili, stand dei vari ospiti e soprattutto un’area dedicata alle eccellenze enogastronomiche, denominata Le fuoriserie del gusto, in cui saranno esposti, a titolo indicativo, i salumi di Vecchio Varzi, le marinature di pesce degli Orizzonti del Pescatore, i paté siciliani di verdure, la curiosa degustazione Garibaldi, la miglior cassata di Palermo, oltre a una attenta selezione di cantine italiane. Nel corso delle due giornate, sono poi previsti mini-corsi di guida sicura, gratuiti, con auto e piloti del gestore della pista, Aci Vallelunga, in collaborazione con la Polizia di Stato. Quest’ultima sarà presente con il suo Pullman Azzurro, un’aula scolastica multimediale itinerante, dove i poliziotti della Stradale diventano “maestri di sicurezza” per i più piccoli, con lezioni di sicurezza stradale a base di giochi a tema, filmati e cartoni animati per imparare le regole della sicurezza in modo ludico.

“Il Comune di Arese – spiega Tellini – fa parte da anni di Città dei Motori e, condividendone gli obiettivi statutari, come amministrazione abbiamo accolto con grande entusiasmo l’ideazione del tour Velocità e Lentezza. Da quando la nostra amministrazione è in carica, ho preso parte, credo, a tutti i direttivi di Città dei Motori, sottolineando come Arese sia conosciuta nel mondo, non solo in Italia, come sede storica dell’Alfa Romeo. Il nome del nostro Comune è legato indissolubilmente alla storia di questa grande impresa italiana e, in più sedi, abbiamo richiesto e sostenuto la riapertura Museo storico Alfa Romeo, proprio perché riteniamo che sia un patrimonio di inestimabile valore. Ed è anche per questo motivo che abbiamo proposto da subito la candidatura di Arese a ospitare una tappa dell’Expo tour, che consideriamo un’importante occasione di rilancio del nostro territorio e di un’area che, da troppo tempo dismessa, torna a essere a disposizione dei cittadini”. Il sindaco Michela Palestra sottolinea invece come la manifestazione sia nata dalla stretta collaborazione con i Comuni di Lainate e Rho, presenti alla conferenza stampa di presentazione del tour rispettivamente con il sindaco Alberto Landonio e l’assessore Giuseppe Scarfone: “Un evento di tale portata – spiega Palestra – come quello che abbiamo organizzato, non poteva prescindere dalla collaborazione dei Comuni di Lainate e Rho, fortemente legati all’area ex Alfa Romeo. Siamo felici di essere riusciti a coinvolgere le amministrazioni limitrofe, a cui va il nostro ringraziamento: un solo Comune difficilmente riuscirebbe a sostenere un programma così ricco. Tante le attività previste, numerosi i partecipanti-protagonisti e, soprattutto, numerose le persone che ci aspettiamo vengano a vedere la rinnovata ex pista di collaudo, ma anche la riqualificazione dell’area circostante. Promuovendo unitariamente questo weekend, siamo riusciti a ideare un programma che unisce, accanto ai motori, cuore dell’iniziativa, anche il buon cibo e una serie di attività collaterali”. Landonio evidenzia, invece, la collaborazione tra enti pubblici e privato: “È con grande soddisfazione – dice il sindaco di Lainate – che salutiamo questo momento festoso che segna ufficialmente l’avvio del progetto Centro Guida Sicura, nato dal connubio tra pubblico e privato, sulle ‘ceneri’ della parte dello storico sito produttivo Alfa Romeo su cui venivano testate le vetture. È questa la testimonianza più tangibile del fatto che pubblico e privato, insieme, possono collaborare proficuamente e offrire opportunità di riqualificazione molto ambiziose, non solo al servizio di una comunità ma dell’intero territorio. È stata infatti creata una struttura a elevata specializzazione che consentirà di sviluppare programmi di formazione sull’importante tema della sicurezza stradale”.

Quello che tutti gli amministratori presenti alla conferenza stampa hanno infine più in generale evidenziato, richiamandosi anche alle dichiarazioni iniziali di Scarfone, è il fatto che quello del prossimo fine settimana non rimarrà un evento decontestualizzato, ma si inserirà in una strategia sovracomunale di rilancio del territorio: “Il tour Velocità e Lentezza – ha infatti sintetizzato Michela Palestra – non si limiterà a essere un evento importante confinato in un fine settimana, ma sarà l’inizio di un processo di rilancio, anche economico, della zona nella quale viviamo. In questo senso la due giorni è sicuramente un evento simbolico ma anche significativo, perché è indice della volontà dei Comuni qui presenti di avviare una collaborazione territoriale che replichi iniziative di interesse generale che possano agire da volano per l’intera economia locale”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese