Home Cronaca

Un libro, il suo autore… e moltissimi ragazzi!

25 novembre 2013 – Grande partecipazione anche quest’anno per la nona edizione del progetto “Un libro, il suo autore” che, dedicata in particolar modo agli studenti delle scuole secondarie, si è tenuta mercoledì 20 novembre presso il Cinema Teatro Arese. L’evento, organizzato dalla Biblioteca Comunale di Arese e dalla Libreria Esodo, ha visto l’autore Nicola Lecca presentare il suo libro “La piramide del caffè”. Gli studenti delle scuole secondarie di Arese, Bollate, Garbagnate Milanese e Rho hanno riempito la sala, dove hanno avuto la possibilità di intervistare direttamente Nicola Lecca, che ha risposto con simpatia sul tema del viaggio, del sogno, della vita dei personaggi del suo libro, anche con aneddoti su Londra e sulla sua esperienza di viaggiatore. L’evento è stato presentato dalla giornalista Paola Cupetti, i brani letti da Filomena Ieno del Teatro dell’Armadillo di Rho, e le musiche a tema sono state eseguite dal gruppo Maxentia Young Combo Band di Magenta.

L’iniziativa, che ha l’obiettivo di avvicinare i giovani alla lettura anche di opere contemporanee che trattano delle tematiche che li possano far riflettere, ha proposto quest’anno il tema del viaggio e “La piramide del caffè”, che è una favola moderna, suggestiva, improntata di ottimismo e di speranza, dai sentimenti forti,  dalla scrittura lineare, racconta il viaggio compiuto dal diciottenne Imi, dall’orfanotrofio in Ungheria dove ha vissuto, a Londra, all’inseguimento del mito dell’Europa occidentale. Questo viaggio della speranza diventerà per lui un percorso di maturazione e di scelte consapevoli. Durante la serata si è svolta anche l’inaugurazione della mostra di pittura e scultura sui personaggi del romanzo che hanno realizzato gli studenti della classe 5^ AB del Liceo Artistico Fontana di Arese, con le professoresse Francesca Magro e Bianca Visentin. La mostra è visitabile, dallo scorso sabato 23 novembre 2013 fino al prossimo venerdì 6 dicembre, presso la Biblioteca Comunale negli orari di apertura, con ingresso libero.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese