Home Cronaca

Uniter, 19 anni di numeri eccezionali

02 giugno 2016 – Durante la riunione di chiusura del diciannovesimo anno accademico Uniter di settimana scorsa, il presidente Alessandro Bossi ha presentato i numeri dell’associazione. Che sono impressionanti, sia in termini assoluti che di crescita negli anni. A cominciare dai soci che sono passati dai 120 del 1997-1998, primo anno di vita dell’associazione, agli attuali 1.064. Merito anche dell’offerta, cresciuta anch’essa sensibilmente negli anni. Basti pensare che i corsi presentati nell’ultimo anno accademico sono stati 118 (portati avanti da 73 docenti volontari), mentre erano 50 solo sei anni fa. Interessante anche notare che ogni socio è iscritto mediamente a due corsi.

L’Uniter non offre però solo corsi, ma anche conferenze, viaggi e momenti di approfondimento culturale. Le conferenze, come probabilmente noto, si tengono tutti i giovedì, e anche quest’anno sono sempre state ben frequentate, con il numero di partecipanti che è andato da un minimo di 80 a un massimo di 256 persone. Dieci, invece, le gite organizzate nell’anno, che hanno visto la partecipazione di 289 soci. Numeri simili per la presenza a spettacoli e le mostre, dove alle otto partecipazioni organizzate hanno aderito 209 persone.

L’impegno dell’Uniter è stato anche civico, con i soci che nel corso dell’anno accademico hanno contribuito alla realizzazione di alcuni importanti progetti. Tra i quali ci sono la ristrutturazione del Forum delle Associazioni, il progetto del censimento de Gli Alberi di Arese, il supporto al progetto dei Barabba’s Clown Arese città dei pro-motori, la partecipazione ai SupermilanoDays e alla Festa delle Associazioni e la collaborazione per propagandare o ricercare volontari per vari eventi dove l’Uniter funge da cassa di risonanza.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese