Home Cronaca

Vas su Pgt: ecco come informerà il Comune

14 dicembre 2012 – Con una deliberazione dello scorso 3 dicembre il commissario prefettizio Anna Pavone ha ribadito quelle che sono le modalità di informazione e di partecipazione dei cittadini e come verranno diffuse le informazioni relative al procedimento di Valutazione Ambientale Strategica (Vas) per il Piano di Governo del Territorio (Pgt). In realtà la delibera è un atto dovuto, perché è lo stesso Pgt, lo strumento urbanistico introdotto in Lombardia con la legge regionale n.12 dell’11 marzo 2005 in sostituzione del Piano regolatore generale come strumento di pianificazione urbanistica, che prevede, tra le altre cose, la partecipazione diretta dei cittadini o delle associazioni dei cittadini al processo, ai quali viene riconosciuta la facoltà formulare proposte in merito.

Nella pratica ad Arese il Pgt era stato avviato dalla giunta allora in carica nel 2005, mentre era stata ufficializzata la partenza del procedimento della Vas per il Pgt a maggio 2008. Con questa delibera il commissario ribadisce e integra quelle che sono le modalità di partecipazione del pubblico e di diffusione e pubblicazione delle informazioni per la Vas del Documento di Piano del Piano di Governo del Territorio. Secondo quando definito nella delibera della Pavone i principali canali informativi a disposizione dei cittadini saranno quattro: alcuni numeri speciali di Aresium Flash, un sito web dedicato ma comunque collegato a quello del Comune, un forum online ospitato all’interno del sito dedicato al Pgt e due eventi pubblici, il primo dei quali si terrà all’avvio del processo della Vas e il secondo in occasione della pubblicazione degli atti.

La legge regionale contempla però anche la partecipazione diretta al processo decisionale dei cittadini o delle associazioni dei cittadini, che vengono definiti secondo modalità definite dall’amministrazione. Nello specifico della delibera commissariale si identificano quindi quali settori del pubblico interessati al processo decisionale le associazioni di volontariato e no-profit iscritte all’Albo Comunale delle Associazioni, le associazioni sportive, i gruppi parrocchiali, i sindacati e le associazioni di categoria, i commercianti e le imprese locali e le scuole.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.