Home Cronaca

Verde pubblico, ritorno alla normalità?

05 agosto 2013 – Dovrebbe forse essere giunto a conclusione il tormentone della manutenzione del verde pubblico. Lo scorso 24 luglio, infatti, il Consiglio di Stato ha depositato la sentenza con la quale rigetta il ricorso presentato da uno dei partecipanti alla gara per la manutenzione del verde pubblico, confermando quanto già deliberato dal Tar della Lombardia che, in primo grado, aveva respinto la richiesta di sospensiva cautelare degli effetti del bando. Pur non avendo concesso la sospensiva, il Consiglio di Stato procederà comunque a verificare nel merito le ragioni della società che aveva presentato ricorso, con il Comune che comunque è ottimista sulle possibilità di ottenere anche in questo caso una sentenza favorevole. Tanto che, lo scorso giovedì, l’amministrazione ha sottoscritto il contratto di appalto della manutenzione del verde con la società TSA-Inergeos, che già dal mese di agosto potrà quindi operare a pieno regime.

“La richiesta di sospensiva – commenta il vicesindaco Enrico Ioli – è stata respinta anche grazie alla relazione prodotta dal Comune per evidenziare come i veri danneggiati da questa vicenda fossero i cittadini, privati del diritto di fruire legittimamente dei servizi che l’Ente potrebbe offrire per la gestione del verde pubblico e dei parchi. Ho incontrato i responsabili della Tsa, relazionando loro sulle numerose segnalazioni e lamentele che ci sono pervenute dai cittadini nelle ultime settimane, con particolare riferimento alle potature di siepi ed alberi. Va detto che le potature non vengono effettuate da diversi anni, per ragioni essenzialmente economiche. La Tsa sta effettuando, insieme ad un agronomo del Parco delle Groane, un censimento di tutte le piante esistenti lungo le strade di Arese e delle relative condizioni; appena completato il rilievo, verrà steso un programma delle potature, che saranno effettuate progressivamente. Su alcune piante di alto fusto, che sembravano in condizioni critiche e a rischio di abbattimento, sono state già effettuate speciali prove (VTA) per accertare la consistenza interna del tronco, a seguito delle quali si è ritenuto di conservarle riducendone le ramificazioni. Per quanto riguarda il taglio dell’erba, invece, il nuovo sfalcio è previsto per fine di agosto”.

La società che ha ricevuto l’appalto per la manutenzione del verde pubblico ha anche anticipato un’interessante novità, vale a dire l’implementazione di uno strumento informatico che permetterà ai cittadini di segnalare zone dove il verde pubblico necessita di interventi: “La Tsa – conferma Ioli – metterà presto a disposizione dell’amministrazione e dei cittadini un software per la segnalazione e il monitoraggio delle condizioni di manutenzione del verde pubblico. Da parte dell’amministrazione e della ditta appaltatrice vi sarà un grande impegno per la manutenzione del verde pubblico; è auspicabile anche la collaborazione dei cittadini, affinché le alberature e le siepi di proprietà privata, ma prospicienti spazi pubblici, vengano potate e mantenute in buone condizioni”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese