Home Cronaca

Viabilità: interviene amministratore Plan

26 marzo 2014 – Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Andrea Madera, amministratore del Plan, che offre la sua ricostruzione su quanto accaduto prima e durante l’incontro avuto dai condomini del villaggio con l’amministrazione.

Buongiorno,
sono Andrea Madera l’amministratore del Plan di Arese e in relazione alle polemiche seguite all’incontro del 14 marzo scorso intendo osservare quanto segue:

• come amministratore legale del condominio Plan di Arese nello scorso gennaio ho richiesto un appuntamento al sindaco per discutere dei problemi che sarebbero derivati al condominio dalla nuova viabilità; l’incontro ha avuto luogo il 23 gennaio, alla presenza del solo vicesindaco e due miei condomini. Vicesindaco che si è limitato ad esporre sommariamente il progetto (in quanto provvisorio) senza mostrare alcuna ulteriore disponibilità rispetto ai problemi del condominio;

• successivamente sia io, come amministratore, che numerosi condomini abbiamo protocollato presso il Comune dettagliate e documentate lettere-diffida di contestazione al progetto viabilità;

• a fronte di una conoscenza approfondita delle problematiche e criticità che questo piano viabilità comporta, sia io che i miei condomini ci aspettavamo di ricevere nell’incontro del 14 marzo concrete risposte e soluzioni, non certo che l’amministrazione ci volesse esporre e illustrare sempre e solo il solito vecchio progetto, per di più ancora provvisorio, progetto già presentato il 23 novembre durante la giornata aperta del Comune, il 10 dicembre durante il consiglio comunale e infine il 23 gennaio dopo la riunione inconcludente avuta con il vicesindaco e della quale io stesso avevo già informato tutti i condomini inviando una relazione con relativa planimetria indicante la soluzione di via Sempione e Nuvolari a quattro corsie con spartitraffico continuo anche se di solo 15 centimetri.

• ritengo pertanto che il comportamento dei condomini da me rappresentati sia stato corretto in linea generale, ogni condomino del Plan è anche un cittadino di Arese pertanto è libero di esprimere la propria opinione e di assumersi le responsabilità di quello che dice; tanto più che la loro contestazione al piano viabilità si riferisce alla tutela di precisi diritti, i quali visto l’andamento della situazione saranno fatti valere nelle sedi opportune.

• il fatto che la contestazione vada oltre il condominio Plan è dimostrato dalle bandiere di protesta e dagli striscioni ormai estesi a tutto il Comune.

Andrea Madera
Amministratore legale del condominio Plan

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese