Home Dal Comune

Bonus per persone non autosufficienti

16 aprile 2014 – L’amministrazione ha reso noto che è aperto un bando per l’erogazione di un buono sociale a favore di anziani e disabili non autosufficienti che necessitano di assistenza continua al domicilio. Il bando, istituito con la Deliberazione di Giunta Regionale 740/13 – Mis. B2, riguarda nove Comuni del Rhodense e prevede uno stanziamento complessivo pari a 180 mila euro, 20.387 dei quali sono stati assegnati al Comune di Arese. La ripartizione delle risorse è stata determinata in maniera proporzionale alla popolazione complessiva dei Comuni dell’area, valore che per Arese è di 19.056 abitanti. Possono accedere al bando le persone non autosufficienti al 100 per cento che necessitano di assistenza continua e in possesso di documentata certificazione di invalidità civile. Altri requisiti sono l’essere mantenuti presso il domicilio e necessitare di assistenza continuativa e un Isee in corso di validità non superiore a 25 mila euro.

Possono accedere al buono anche le persone affette da malattie del motoneurone anche Sla, in classe III e IV già beneficiarie del contributo ex DDgr 3376 e 4139 anno 2012, esclusivamente per remunerare le prestazioni rese da un assistente personale regolarmente assunto. L’ammontare del buono erogato, che ha la validità di un anno, è rapportato all’Isee ed è pari a 600 euro al mese per Isee fino a 15 mila euro, 500 euro per Isee compresi tra 15.000,01 e 20.000 euro e 400 euro per Isee tra 20.000,01 e 25.000 euro. Il valore del buono sarà ridotto in caso di inserimento del beneficiario in una struttura diurna con frequenza a tempo pieno o part time (meno di 20 ore settimanali) e nel caso avessero diritto al beneficio di più soggetti conviventi all’interno dello stesso nucleo famigliare. Ogni Comune interessato dal bando erogherà i buoni fino a esaurimento del budget che gli è stato assegnato. Nel caso le richieste valide superassero la disponibilità di budget, il Comune predisporrà una lista d’attesa secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, da utilizzare nei casi di rinuncia, decesso o ricovero definitivo dei beneficiari presso strutture residenziali.

Per maggiori informazioni sul bando è possibile contattare l’assistente sociale Guendalina Scozzafava, telefonicamente al numero 02-93527501 o per posta elettronica all’indirizzo [email protected]

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese