Home Dal Comune

Il Comune di Arese sostiene il commercio di vicinato: due bandi aperti

30 luglio 2020 – I negozi di vicinato sono importanti per il servizio che offrono ai cittadini, ma i commercianti stanno “soffrendo” e subiscono le conseguenze di un lungo periodo di chiusura. Per evitare che alcuni decidano di chiudere, il Comune di Arese ha istituito due bandi che consentono di accedere a sostegni economici.

“Abbiamo ben presente la situazione di sofferenza in cui tanti commercianti si trovano e siamo consapevoli dell’importanza del commercio locale. Con questi provvedimenti puntiamo a dare una boccata d’ossigeno ai negozi di vicinato, affinché possano tenere a lungo la saracinesca alzata e mantenere viva la nostra città” hanno dichiarato il sindaco Michela Palestra e l’assessore al commercio Roberta Tellini.

Il V° Bando sostegno imprese di vicinato – anno 2020 è un bando comunale per il sostegno di imprese commerciali di vicinato, di somministrazione di alimenti e bevande, artigiane, anche in forma cooperativa, produttrici di beni e servizi, che devono avere la sede operativa sul territorio del comune di Arese. La scadenza era prevista inizialmente per il 30 aprile 2020 ma, a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19, la presentazione delle domande è stata posticipata alle ore 12.00 del 30 settembre 2020.

Il VI° bando emergenza Covid 19 erogazione contributi a fondo perduto a sostegno di imprese è invece un bando per l’erogazione di contributi a fondo perduto a sostegno di imprese commerciali di vicinato, di somministrazione di alimenti e bevande, artigiane, anche in forma cooperativa, produttrici di beni e servizi. Come dice anche il nome, è più specifico ed è stato istituito proprio per aiutare i commercianti in questa situazione di crisi dovuta al Covid-19. La presentazione delle domande scade alla ore 12.00 del 7 settembre 2020

Per informazioni ci si può rivolgere allo Suap (Sportello Unico Attività Produttive), chiamando il numero 02 93527263 oppure inviando una mail all’indirizzo [email protected]

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese