Home Dal Comune

Lavori pubblica utilità: accordo con Tribunale

17 luglio 2015 – In virtù di un accordo stipulato lo scorso 14 luglio con il Tribunale di Milano, il nostro Comune si è reso disponibile ad ospitare all’interno della struttura dell’ente persone con una pena comminata per infrazioni al codice della strada passata in giudicato, che verranno adibite a lavori di pubblica utilità. Il lavoro di pubblica utilità è uno strumento alternativo alla pena detentiva o alla sanzione pecuniaria, quando queste sono appunto comminate per alcune infrazioni al codice della strada. In questi casi, la persona destinataria di questi provvedimenti, in alternativa alle pene “classiche”, può svolgere un’attività non retribuita a favore della collettività, presso enti pubblici oppure organizzazioni di assistenza sociale o di volontariato o presso centri specializzati nella lotta alle dipendenze.

“Con la stipula della convenzione – commenta il sindaco Michela Palestra – il Comune di Arese sarà inserito nell’elenco degli enti convenzionati con il Tribunale di Milano. E’ importante favorire il ricorso a questo istituto previsto dalla legge, poiché è fondamentale poter far capire a chi è sottoposto a questi provvedimenti che l’errore è riparabile rendendosi utili alla cittadinanza e intraprendendo un percorso di recupero e di reinserimento. Il Comune sostiene così il reintegro sociale di chi ha commesso infrazioni e ha il desiderio di riscattarsi attraverso il lavoro per la comunità”.

L’assessore al Personale, Eleonora Gonnella, spiega, invece, quali saranno le modalità di impiego di coloro che accederanno al beneficio ad Arese: “Il nostro Comune – dice – si è reso disponibile ad accogliere fino a quattro persone contemporaneamente, che saranno destinate a svolgere attività nell’ambito dei servizi sociali, della cultura e della comunicazione, senza oneri per l’Ente al netto della copertura assicurativa Inail”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese