Home Dal Comune

Online i Pgt dei 134 Comuni di Città Metropolitana

31 maggio 2016 – “Per tutti i cittadini un ulteriore passo in avanti all’insegna della trasparenza e dell’accessibilità delle norme che regolano l’agire amministrativo”. Il Comune definisce così il progetto con il quale il Centro Studi Pim, l’Assimpredil Ance e l’Ordine degli Architetti di Milano, hanno reso disponibili su un unico sito i 134 Piani di Governo del Territorio (Pgt) dei Comuni appartenenti alla Città Metropolitana di Milano, tra i quali c’è naturalmente anche quello di Arese. Anche per i professionisti come architetti e ingegneri si tratta di una piccola rivoluzione, in grado di facilitare il lavoro di progettazione e di semplificarne le procedure urbanistiche.

I documenti messi online offriranno uno strumento per consultare in modo rapido e intuitivo le tavole descrittive, la norma dell’intero territorio di città metropolitana, dotato di indirizzario, legende, riferimenti catastali, completato con il collegamento alle specifiche Norme Tecniche del Piano delle Regole e al Regolamento Edilizio di ogni singolo Comune. Si realizza in questo modo un primo quadro compiuto della molteplicità di norme, verso una reale integrazione del territorio denominato Città Metropolitana di Milano. Al momento è possibile accedere, tramite il nuovo servizio, a informazioni catastali (foglio, mappale e subalterno) e alle informazioni tipiche dei certificati urbanistici. Non è per ora possibile, invece, scaricare online il certificato urbanistico ufficiale, anche se questa possibilità è allo studio.

Soddisfatto il vicesindaco, Enrico Ioli, che dice: “Il servizio dà accesso a 2 mila tavole dei Pgt dei Comuni della Città Metropolitana. Sono le medesime tavole già accessibili dai siti dei singoli Comuni, ma è stato fatto un grande lavoro di raccordo e di sovrapposizione alla cartografia generale del territorio, che è ora visibile in trasparenza, raccordando tra loro le mappe dei singoli Comuni e fornendo in tal modo una visione più ampia della progettazione urbanistica, appunto su scala metropolitana. E’ con questo sguardo allargato che si può pensare e mettere in rete i servizi, le infrastrutture, le scelte che determinano impatti sul territorio di più Comuni. Un passo avanti indispensabile per la Città Metropolitana”.

Il servizio è accessibile dal sito del Centro studi Pim (clicca qui).

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese