Home Dal Comune

Referendum: come votare se in isolamento fiduciario o quarantena da Covid-19

09 settembre 2020 – Domenica 20 e lunedì 21 settembre ci sarà il “Referendum costituzionale ex art. 138 della Costituzione”. Visto che il voto è un diritto e un dovere di cittadino, anche le persone sottoposte a trattamento domiciliare e quelle che si trovano in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario per Covid-19, potranno votare e potranno farlo presso il proprio domicilio.

A questo proposito il Comune di Arese ha reso note le modalità che devono seguire. Tra il 10 e il 15 settembre 2020 dovranno far pervenire al sindaco di Arese, Michela Palestra, una dichiarazione in cui si attesta la volontà di esprimere il voto presso il proprio domicilio, indicando con precisione l’indirizzo completo e un recapito telefonico. La dichiarazione deve essere corredata da un certificato, rilasciato dal funzionario medico designato dai competenti organi dell’azienda sanitaria locale, in data non anteriore al 6 settembre, che attesti l’esistenza delle condizioni di cui all’articolo 3, comma 1, del decreto legge n. 103/2020 (trattamento domiciliare o condizioni di quarantena o isolamento fiduciario per Covid-19).

Insieme alla dichiarazione e al certificato vanno allegate le copie della tessera elettorale e del documento di identità. Il tutto dovrà essere inviato via mail ([email protected]) o tramite PEC ([email protected]).

La documentazione e le circolari sono disponibili nella sezione Aree tematiche/Elezioni, Raccolta firme e Referendum popolari del Comune di Arese, mentre le informazioni riguardanti il referendum si possono reperire sul sito sul sito del Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese