Home Dal Comune

Sciopero ANCI: per Arese adesione formale

15 settembre 2011 – Il Comune di Arese aderisce solo in maniera simbolica allo sciopero dei sindaci, la protesta organizzata dall’Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia (ANCI) contro la manovra economica del Governo. L’amministrazione comunale ha, infatti, comunicato che, pur condividendo alcune delle valutazioni negative mosse alla manovra stessa, nei fatti non promuoverà nessuna azione concreta di contestazione. Tra le proposte per dar voce al disappunto dei Comuni è prevista la possibilità di chiudere gli uffici anagrafe (cosa che farà, ad esempio, per cinque minuti il Comune di Rho) e stato civile che, invece, ad Arese resteranno aperti al pubblico.

Ecco come il sindaco Fornaro motiva la scelta di dare solo un’adesione formale allo sciopero proclamato dall’ANCI: “Se è vero che la manovra economica del governo contiene delle criticità che avranno delle ricadute sugli enti locali, comunque tutte da verificare e quantificare in termini di trasferimenti economici, è pur vero che in questo particolare momento di crisi, che oltrepassa i confini nazionali, chi ha ruoli di responsabilità a livello territoriale ha il primario compito di far sentire ai cittadini ancor più vicine e presenti le Istituzioni. Anche per questo io stesso domani lavorerò come sempre, le mie energie ed il mio tempo saranno interamente dedicati all’impegno politico ed amministrativo, gli aresini si aspettano da noi risposte concrete ai bisogni e certezze sui servizi non certo chiacchiere e lamentele”.