Home Eventi

Alla scoperta di Famiglia Solidale

02 maggio 2011 – Famiglia solidale propone una serie di tre incontri, il primo dei quali a calendario per martedì 3 maggio alle ore 21,00 presso la Biblioteca di Arese, volti a presentare alla cittadinanza le sue attività. Il gruppo è nato su iniziativa dell’Associazione Barabba’s Clows che ha proposto ad Arese un progetto di “rete di famiglie per l’accoglienza”, chiamato Famiglia Solidale. Da alcuni mesi il progetto sta prendendo forma, a partire da un primo nucleo di una decina di famiglie che ha partecipato ad un bando della Provincia di Milano volto a favorire appunto la costituzione di “reti famigliari”. Gli obiettivi che Famiglia Solidale si pone sono: costituire una rete di famiglie aperte all’accoglienza; favorire l’aggregazione dei nuclei familiari in modo da consentire loro di poter sviluppare sostegno reciproco, appartenenza e identità sulla base di valori condivisi; diffondere, attraverso la sua esperienza, la cultura della solidarietà all’interno dei diversi contesti locali; favorire la crescita del senso di cittadinanza attiva e responsabile attraverso l’acquisizione di competenze nei confronti dei problemi del territorio; consentire a chi lo decide di poter vivere l’esperienza di accoglienza non come fatto privato riguardante una singola realtà familiare, ma come evento collettivo, condividendo con altri le responsabilità, i successi e i fallimenti; offrire risposte diversificate a differenti bisogni così da renderle maggiormente efficaci; costituire una collaborazione istituzionale con i servizi territoriali stabile e continuativa.

Nel primo incontro, quello di domani sera, che sarà gestito dalla Caritas ambrosiana e che avrà per titolo “Abiatiamo insieme l’accoglienza” verranno affrontati temi come la situazione delle famiglie oggi, l’apertura e l’accoglienza come caratteri costitutivi della famiglia, serve un’intera città per fare crescere un bambino e l’accoglienza non come fatto individuale ma collettivo. Nel corso della serata ci sarà anche la possibilità di ascoltare un’esperienza di rete familiare. I successivi due incontri si terranno il 26 maggio e il 12 giugno e avranno rispettivamente come tema “Abitiamo l’accoglienza nel nostro territorio” e “I perché dell’accoglienza”.