Home Eventi

Amministratore sostegno, se ne parla ad Arese

27 maggio 2015 – Il prossimo sabato 30 maggio si terrà ad Arese un convegno su un tema che coinvolge ormai sempre più famiglie: l’Amministratore di sostegno, la figura che affianca la persona con incapacità temporanea o permanente nella conduzione di determinate attività. L’appuntamento è dalle ore 9.15 fino alle 13.00 presso l’auditorium di via Varzi 31 ad Arese. L’attenzione sarà rivolta soprattutto alla rete territoriale: i contatti, il sostegno, le informazioni di cui si ha bisogno per avventurarsi in un ruolo nuovo, fatto di tanta dedizione ma anche di pratiche burocratiche e di rapporto con i servizi. Il convegno di Arese si colloca alla conclusione di un ciclo di incontri formativi svoltisi nel garbagnatese e nel rhodense, a cui hanno preso parte circa 150 persone, tra cui un gran numero di familiari di persone con problemi di autonomia, ma anche molti candidati a svolgere il ruolo di Amministratore di sostegno in veste di volontario.

Di volontari e di familiari sono anche composte le due associazioni che hanno organizzato i corsi: IncontRho del rhodense e Porte Sempre Aperte del garbagnatese. Il convegno è un evento aperto a tutti, pensato per raggiungere qualunque cittadino interessato. Quali strade percorrere? Quali sono i referenti più vicini a noi? Come sentire più vicina l’istituzione del Tribunale? In definitiva, qual è la rete che mi sostiene? Da qui quindi il titolo del convegno: Amministratore di sostegno nel garbagnatese e nel rrhodense: una rete in evoluzione. Oltre ai numerosi interventi di referenti locali, sarà presente tra i relatori Paolo Cendon dall’Università di Trieste, padre della legge che nel 2004 ha istituito in Italia la figura dell’Amministratore di sostegno, che prima di allora non esisteva. Si parlerà poi di sportelli informativi, di esperienze che offrono competenze e di nuove connessioni tra persone con necessità comuni.

“Ringrazio – commenta l’assessore alle Politiche Sociali, Barbara Scifo – i volontari delle due associazioni promotrici del convegno per aver deciso di promuovere questa importante iniziativa ad Arese, anche con la prestigiosa presenza del prof. Cendon, massimo esperto in materia. Come amministrazione abbiamo patrocinato il convegno perché crediamo che intercetti un bisogno sempre più crescente da parte delle famiglie, sopratutto con persone anziane, cui spesso tuttavia non corrisponde una sufficiente conoscenza dello strumento. In linea dunque anche con quanto stiamo facendo a livello d’ambito, attraverso l’attivazione a gennaio scorso dello sportello AdS da parte di Sercop, questa iniziativa associativa risponde alla volontà di offrire informazioni e orientamento in materia di protezione giuridica delle fragilità, a favore sia dei cittadini che degli operatori, in stretta sinergia con tutti gli altri attori attivi nel nostro territorio”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese