Home Eventi

Infrastrutture ed Expo: serata con tre sindaci

12 febbraio 2015 – Il prossimo martedì 17 febbraio i sindaci di Arese, Lainate e Rho si confronteranno con i cittadini in un incontro pubblico dedicato a un tema di strettissima attualità, e cioè l’Expo e le infrastrutture a servizio della manifestazione presenti sul nostro territorio. A promuovere l’incontro è stato il primo cittadino aresino Michela Palestra, che ha invitato alla conferenza i sindaci di Lainate, Alberto Landonio, e di Rho, Pietro Romano. E’ prevista anche la presenza di un rappresentante di Regione Lombardia. “A pochi mesi dalla data di apertura di Expo 2015 – spiega l’amministrazione aresina – i lavori sulla rete infrastrutturale per accedere all’area continuano a gran ritmo. Il potenziamento e la modernizzazione della rete sono infatti fondamentali per la buona riuscita dell’evento e altrettanto importante è garantire che la mobilità dei cittadini e dei visitatori della fiera mantenga livelli di accettabilità. Tra gli immancabili disagi temporanei e i vari ‘cantieri aperti’, non bisogna dimenticare però ciò che resterà in termini di infrastrutture realizzate in questi anni attorno al sito, un’eredità di opere strutturali a disposizione dei cittadini”.

Sarà dunque questo il tema conduttore dell’incontro pubblico, che si terrà martedì prossimo, a partire dalle ore 21,00, presso l’auditorium Aldo Moro. “Invito tutti i cittadini – dice il sindaco Palestra – a partecipare a questo incontro, che serve a fare il punto della situazione su un tema attuale che interessa tutti da vicino. É chiaro che queste trasformazioni impattano sulla nostra vita quotidiana, ne siamo consapevoli ed è nostro dovere chiedere ai vari enti interessati di tutelare il territorio e le persone che ci vivono. Colgo l’occasione per ringraziare i colleghi Alberto Landonio, sindaco di Lainate, e Pietro Romano, sindaco di Rho, per aver accettato l’invito a parlarne con noi”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese