Home Eventi

La biblioteca aderisce a #IoLeggoPerché

21 aprile 2015 – Le biblioteche del Csbno (Consorzio Bibliotecario Nord Ovest), tra le quali c’è anche quella di Arese, aderiscono a #IoLeggoPerché, l’iniziativa nazionale di promozione del libro e della lettura, fondata sulla passione dei lettori di ogni età ed estrazione, e organizzata dall’Associazione Italiana Editori, in collaborazione con l’Associazione Librai Italiani, l’Associazione Italiana Biblioteche e il Centro per la Lettura e il Libro del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Per le prossime settimane è stato dunque predisposto un vasto calendario di appuntamenti nelle biblioteche, che avrà il suo culmine il 23 aprile, quando, in concomitanza con la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, molte biblioteche si “vestiranno” per l’occasione, mettendo a disposizione del pubblico, oltre ai consueti servizi, anche la selezione dei ventiquattro titoli scelti quest’anno dagli organizzatori di #IoLeggoPerché per diffondere la passione per la lettura e stimolarne la scoperta da parte dei troppi italiani che leggono poco o non lo fanno affatto.

Nella scia della manifestazione la rete Csbno chiamerà a raccolta il proprio pubblico più affezionato e partecipe, invitandolo a diventare ambasciatore e promotore dei servizi e delle attività offerti dalle biblioteche, che si stanno affermando sempre di più come luoghi dove le storie non solo vengono raccolte, ma anche “scritte”. In particolare gli appuntamenti previsti alla biblioteca di Arese sono due, il primo giovedì 23 marzo e il secondo sabato 16 maggio. Giovedì prossimo, alle ore 21.00, nell’ambito della rassegna Scrittori a Km 0, Maurizio Gilardi presenterà il suo libro “Due piccoli orribili segreti”, con animazione del romanzo a cura degli attori del Gruppo Sanguigno. Sabato 16 maggio, alle ore 17.00, Marco Balzano presenterà, invece, il suo libro “L’ultimo arrivato”. Ne discuteranno con l’autore l’assessore alla Cultura Giuseppe Augurusa e Maurizio Bianco, docente dei Corsi di scrittura creativa della Biblioteca.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese