Home Eventi

Lanterne in cielo contro violenza sulle donne

21 novembre 2013 – Delle attività del settore dei Servizi Sociali in genere non si parla molto, anche perché spesso le sue aree di intervento riguardano tematiche sensibili. A livello strutturale e di iniziative è però un settore decisamente attivo, che proprio in questi giorni presenta un nuovo servizio, lo Sportello Donna, e un evento che si svolgerà, la prossima domenica 24 novembre, alle ore 16,30 in biblioteca, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che ricorre il giorno successivo. “E’ la prima volta – commenta l’assessore Barbara Scifo – che il nostro Comune aderisce a questa iniziativa, istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1999. Il programma della giornata sarà caratterizzato da tre aspetti: uno commemorativo, uno informativo e di sensibilizzazione e uno più legato alla riflessione”.

La parte commemorativa dell’evento prevede due momenti: nel primo il sindaco Michela Palestra scoprirà una targa che l’amministrazione ha preparato “a indelebile ricordo di tutte le donne uccise per mano violenta” e che verrà poi posizionata nei giorni seguenti vicino all’ingresso del Municipio. Il secondo momento, ad alto impatto visivo ed emotivo, prevede il lancio di lanterne bianche, che verranno distribuite ai partecipanti e che “sono metafora di purezza, forza e giustizia, a memoria delle vittime e per rendere visivamente propizio il passaggio verso qualcosa di nuovo, ossia una nuova coscienza civile e una rinnovata alleanza uomo-donna per contrastare la violenza”.

La giornata prevede quindi una serie di momenti informativi sul tema della violenza alle donne, che si svolgeranno all’interno della biblioteca. Tra questi ci saranno la presentazione dello Sportello Donna (leggi qui) e una serie di approfondimenti sulle nuove misure per il contrasto alla violenza di genere diventate legge il 14 agosto 2013. La giornata si concluderà con lo spettacolo teatrale “Non mi farai più male” a cura della Compagnia Latte Nero, che prevede letture recitate con accompagnamento musicale e con il ringraziamento  all’artista aresina Elisabetta Erica Tagliabue che ha donato alla città la scultura “Passaggio IV”.

“Questa iniziativa – conclude Barbara Scifo – rientra in un progetto più ampio che questa amministrazione intende portare avanti per raggiungere una vera e capillare sensibilizzazione su una serie di tematiche sociali importanti. Abbiamo iniziato con il tema delle donne perché riteniamo che questo possa favorire un cambiamento culturale. Anticipo anche che come amministrazione abbiamo partecipato a un bando regionale per ottenere un finanziamento finalizzato a parlare del tema della comunicazione di genere nelle scuole, in particolare le medie, e per spiegare come vengono costruiti gli stereotipi nella comunicazione pubblicitaria. Al di la degli esiti del bando, ci sarà in ogni caso l’impegno a portare avanti questo progetto anche se non dovessimo ottenere il finanziamento”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese