Home Eventi

Le celebrazioni per il Giorno del Ricordo

08 febbraio 2019 – Il 10 febbraio è il “Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. Una pagina dolorosa della nostra storia, riguardante i confini orientali: ventimila italiani furono uccisi e gettati nelle cavità carsiche, dette “foibe”; oltre 350mila furono costretti all’esodo e ad abbandonare le proprie case e le proprie terre, solo perché Italiani. Il Comune di Arese celebra questa ricorrenza domenica 10 febbraio al Centro civico Agorà. Il programma prevede alle 16.30 un intervento da parte dell’assessore alla cultura, seguito dalla lettura di alcune testimonianze da parte di Miriam Caretti. Alle 17.15 ci sarà la proiezione di un filmato-testimonianza realizzato da Marilena Zuccheri dedicato ai suoi genitori, Tina Negri e Marino Zuccheri, esuli istriani. Nell’incontro a seguire, l’autrice racconterà la sua esperienza.

Durante il pomeriggio, sarà possibile visionare libri, documenti, stampe e oggetti di artigianato istriano, gentilmente messi a disposizione dalla famiglia Zuccheri.

La ricorrenza è stata istituita nel 2004: la Repubblica riconosce il 10 febbraio quale “Giorno del Ricordo” al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’Esodo dalle loro terre degli Istriani, Fiumani e Dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

 

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese