Home Eventi

Le conferenze Uniter di gennaio

19 gennaio 2012 – Il 2011 dell’Uniter si è concluso con l’assemblea generale dei soci che, con il record di 235 presenze, ha approvato il bilancio consuntivo e preventivo ed eletto il nuovo Comitato promotore e di animazione che guiderà l’Associazione per i prossimi due anni. Nella prima riunione del Comitato è stato confermato Gianfranco Lavezzi alla presidenza. E’ stato anche annunciato che per il 2012, viste le numerose richieste pervenute in tal senso, proseguiranno con un secondo ciclo tre corsi che hanno avuto molto successo: la Cucina Regionale, Internet e Scopriamo la Matematica. Venendo alle iniziative di gennaio, Roma è stata scelta come meta del viaggio del mese, per la mostra Filippino Lippi e Sandro Botticelli nella Firenze del ’400 e la visita al Quirinale. Per quanto riguarda le conferenze, questa sera sarà il turno di “Mary ed Elizabeth Tudor – Regine-sorelle in controluce”. La conferenza sarà tenuta da Diana Piccioli Ferriani, ex insegnante di liceo che da oltre dieci anni tiene all’Uniter corsi di inglese e apprezzate conferenze su temi letterari inglesi.

Partendo dagli eventi storici più rilevanti e dalla ricostruzione degli episodi e delle vicende che contribuirono a formare il carattere delle due figlie di Enrico VIII, così diverse fra loro, verranno messi in evidenza gli aspetti  significativi della loro vita e del  loro regno. Giovedì 26 gennaio, invece, Laura Cannella Clamer affronterà l’attualissimo argomento “Essere nonni oggi – Nasce un nuovo lavoro?”. Il ruolo dei nonni è oggi molto cambiato rispetto a un tempo e il cambiamento è stato molto rapido. Nasce una nuova cultura della famiglia, non più soltanto luogo degli affetti, ma una vera e propria agenzia di auto-aiuto, essenziale per il progresso e talvolta per la sopravvivenza del nostro modello sociale. Come affrontare questa sfida? Proverà a dare una risposta Laura Cannella Clamer, una delle fondatrici dell’Uniter e tuttora docente di successo di corsi a sfondo storico, linguistico e letterario, nonché ex assessore all’istruzione e attiva nonna di numerosi nipoti.