Home Eventi

L’esordio di Augurusa come romanziere

03 gennaio 2013 – Un inedito Giuseppe Augurusa esordirà nelle vesti di scrittore il prossimo venerdì 11 gennaio – alle ore 21,00 presso la Biblioteca Comunale di via dei Platani – dove presenterà la sua opera prima dal titolo “Il canto delle cicale”. Il libro è un romanzo basato su una storia vera e cioè la la vicenda dell’industria Hitman, che Augurusa aveva seguito professionalmente in qualità di segretario generale dei tessili milanesi della Cgil. “La vicenda – commenta Augurusa – è il perfetto paradigma delle bolle del fashion system e dell’eterna lotta al diritto al lavoro”. Alla presentazione del libro, che sarà l’occasione per affrontare i temi di lavoro, economia, politica e cultura, parteciperanno Angela Fioroni, segretaria Lega delle autonomie e già sindaco di Pero, Roberto Mugavero, direttore editoriale di Minerva Edizioni e Luca Testoni, giornalista finanziario e scrittore.

Il romanzo di Augurusa svolge la sua trama intorno alle vicende dell’azienda Hitman, che è il core business del gruppo dentro il contenitore finanziario della Fin.Part e che, dopo gli acquisti di altri marchi, arriva a contare oltre 2.200 dipendenti ed è tra le poche imprese italiane della moda a frequentare stabilmente la Borsa. Arriva poi la crisi, la proprietà passa a un fondo americano, senza stabilimenti e con le produzioni delocalizzate, un quartier generale di qualche decina di dipendenti e fatturati in caduta libera, forse irreversibile. Durante l’insuccesso delle varie operazioni finanziarie, l’azienda è mantenuta attiva da un gruppo di tenaci lavoratrici che dopo l’acquisto dello stabilimento da parte di un nuovo finanziatore, credono, ancora una volta, di poter guardare con maggior fiducia al proprio futuro.

Il libro, le cui vicende si snodano nell’arco temporale dello scorso decennio, è un susseguirsi di vicende complesse con molti attori e intrighi degne di una spy story. A partire dai protagonisti del mondo della finanza che pianificano e realizzano una bancarotta di dimensioni imponenti per arrivare alla misteriosa partecipazione di Gheddafi, passando per i molti avventurieri dell’industria stracciona.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.