Home Eventi

Sabato 15 tutti in piazza con la quinta edizione della Notte Bianca

14 giugno 2019 – Giunta alla sua quinta edizione, torna, sabato 15 giugno, la “Notte bianca fuori dal Comune”. L’appuntamento, oltre ad attrazioni che si alterneranno nelle aree interessate dall’evento, vedrà aperti numerosi degli esercizi commerciali, che oltre alle offerte tradizionali proporranno agli aresini anche alcune specialità che saranno preparate per l’occasione. Le aree coinvolte nell’iniziativa, per le quali sono stati predisposti una serie di divieti di parcheggio e di circolazione, saranno piazza 11 settembre, piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa, via Caduti e via Mattei, che dalle 18 alle 2 di notte si presenteranno con le attrazioni e le offerte preparate per l’evento.

Come si diceva, oltre alle offerte enogastronomiche dei commercianti, gli aresini potranno anche divertirsi con una serie di attrazioni organizzate dal Comune in collaborazione con la Pro Loco. Tra queste ci saranno musica dal vivo, karaoke ed esibizioni di ballo e mini tornei di ping pong e biliardino. Oltre a questo è anche prevista un’esposizione di auto Ferrari e Maserati. Come QuiArese TechCafé proporremo a chi verrà a trovarci nello spazio esterno antistante il locale sangria, anguria, qualche stuzzichino e birra.

Le modifiche alla viabilità, che dovranno essere tenute presenti anche dai residenti della zona, inizieranno alle ore 18.00 di sabato per concludersi alle 2.00 di notte. In questa fascia oraria sarà del tutto interdetta la circolazione, con la sola e unica eccezione dei mezzi di soccorso, in via Degli Orti (in corrispondenza del parcheggio Autosilo Orti, limitatamente al tratto di senso unico), in via dei Caduti, in via Don F. della Torre e in via Mattei, fino all’incrocio con via dei Giardini. Per quanto riguarda i divieti di sosta, saranno istituti, con rimozione forzata dei mezzi che contravvenissero all’ordinanza, in via dei Caduti e e in via Mattei, fino all’incrocio con via dei Giardini.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese