Home Eventi

Si parla di fine vita con Beppino Englaro

11 ottobre 2012 – Il Gruppo Shalom Salam Pace organizza per il prossimo mercoledì 17 ottobre un dibattito sule tema “Fine vita tra diritti umani di libertà, di responsabilità, di scelta e l’obbligo delle cure mediche”. All’evento, che si terrà presso la Biblioteca Comunale di via dei Platani alle ore 21,00, parteciperanno Beppino Englaro (nella foto), socio della Consulta di Bioetica di Milano, e Vittorio Bellavite, coordinatore del movimento Noi siamo Chiesa. Englaro, come si ricorderà, è diventato, suo malgrado, il simbolo della battaglia contro l’accanimento terapeutico, a causa della sua lunga vicenda umana e giudiziaria, trascinatasi per numerosi anni, e combattuta per ottenere l’interruzione dell’alimentazione forzata alla figlia Eluana, che visse in stato vegetativo per 17 anni in seguito alle conseguenze riportate in un incidente stradale che la vide coinvolta nel 1992.

Il Gruppo Shalom Salam Pace, un’associazione che promuove la giustizia e la pace nel mondo mediante il metodo della non violenza attiva. Di norma il gruppo si riunisce nel mese di giugno per definire tre serate informative che verranno organizzate nell’anno seguente e il riscontro di partecipanti sul territorio aresino è buono. Tra le iniziative per il 2012, come spiega il coordinatore di Shalom Salam Pace Gian Paolo Lecis, c’è stato “il sostegno a Neve Shalom, testimonianza fondamentale di convivenza tra palestinesi ed ebrei in un villaggio di 60 famiglie, dove si dimostra che i due popoli possono gestire la loro conflittualità in pace”. Per maggiori informazioni sulla serata e sulle attività del Gruppo Shalom Salam Pace è possibile contattare Paolo Lecis all’indirizzo mail [email protected] o, telefonicamente, al numero 02-9383554.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.