Home Eventi

Tanti attori aresini per “La vecchia signora”

06 novembre 2014 – Per la prima volta da tempo immemore, un evento, al Cinema Teatro di Arese, è iniziato allo stesso orario indicato sui manifesti! Doveva iniziare alle 20,45 e così è stato. E questo, già di per sé merita un grande applauso. Centosessanta persone hanno sfidato un cielo molto nuvoloso (aveva piovuto tutto il giorno) per poter vedere un “classico” di Dürrenmatt: “La visita della vecchia signora”. C’è una cosa molto particolare da dire: sul palco, ieri sera, si è vista la “nazionale” degli attori (e registi) aresini recitare insieme. Praticamente, il meglio del meglio. Cibelli, Mercoli, Vacalopulo, Colombara per citarne alcuni, e l’elenco potrebbe proseguire. E’ chiaro che, con artisti di questo livello, non poteva che essere una “grande” serata e così, in effetti, immancabilmente, è stato. Ci è piaciuta “La vecchia signora” e auspichiamo che venga ripresentata, magari facendo maggior pubblicità all’evento. Una pièce grottesca, in certi momenti ci ha ricordato altre pièces del teatro off e off off, ma anche comica e, in certi momenti pure un po’ crudele.

Il fondamentale messaggio che fuoriesce da questa opera, scritta da Friederich Dürrenmatt nel 1956, è che nell’attuale società, a modello capitalistico, il denaro o ciò che lo rappresenta, può arrivare ad ottenere ogni cosa, come si evince dalla presenza di Claire Zachanassian (detta anche Claretta dai suoi ex-concittadini) che, promettendo ricchezze fin dal momento del suo arrivo, induce le persone a mutare le proprie idee. Si comincia ad odiare e persino ad uccidere e si abusa sempre più del concetto di giustizia, distorcendolo in modo grottesco. A questi temi vanno aggiunte la vendetta, le colpe individuali e collettive e, in primis, la grande onnipotenza del denaro e una grande corruzione morale collettiva. Ci è piaciuta anche la musica usata e così pure i balli che si sono visti. Forti applausi per tutti alla fine. La preparazione dell’evento ha necessitato nove lunghi mesi di preparazione. Venti gli attori coinvolti, provenienti dalle compagnie teatrali di Arese, di Lainate, di Milano e di Settimo Milanese. Una bella pièce che è piaciuta anche ad Enrico Beruschi, presente tra il pubblico. Ah, ci stavamo dimenticando la cosa principale: la recita è stata organizzata da “Latte nero”, la nota compagnia di spettacoli e di arte varie, che ha in Silvia Mercoli la sua regista. (Jolly)

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese