Home Eventi

Venerdì 19 il secondo appuntamento 2019 con “La piazza in Jazz”

16 luglio 2019 – Venerdì prossimo ci sarà il secondo e ultimo appuntamento con la rassegna “La piazza in jazz”, un evento ormai di livello assoluto organizzato dal Comune di Arese, in collaborazione con CSBNO e Bollate Jazz Meeting. Ad esibirsi, alle ore 21.30, in piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa, sarà l’Inside Jazz Quartet, una formazione composta da Tino Tracanna, sassofono tenore e soprano, Massimo Colombo, pianoforte, Attilio Zanchi, contrabbasso e Tommy Bradascio, batteria. I quattro, musicisti di fama internazionale, ciascuno dei quali con un curriculum d’eccezione, si cimentano in un quartetto nuovo, creato e voluto fortemente dai quattro jazzisti appassionati come non mai a questa musica così viscerale, creativa e sempre imprevedibile. Il quartetto abolisce il tradizionale concetto di leader e sideman e favorisce l’agire dei singoli membri in modo completamente equiparato. Interagiscono fra di loro, come non mai, un interplay naturale e fluido con scambi di frasi ritmiche e armoniche che si ripetono come cercarsi l’un l’altro, il tutto come fosse un unico vedere, sentire, abbracciare la forza del jazz su un’unica strada.

“Ancora una volta – commenta l’assessore alla Cultura, Giuseppe Augurusa – ‘La piazza in jazz’ promette di stupirci con i suoi pezzi da novanta del panorama internazionale. Giunta alla sua ventiduesima edizione, non sembra affatto aver esaurito la magia che queste due sere di luglio ci restituiscono, facendoci per qualche ora sentire al centro di un evento unico. E’ capitato così, e capiterà ancora, di incontrare per le strade della nostra città di provincia gente come Faraò, Tracanna, Zanchi, Kyle Eastwood, Mike Baker, gente cioè che ti aspetti di trovare nei grandi festival internazionali o sulla carta patinata delle riviste e che invece, per qualche ora, ci faranno dimenticare afa e zanzare, stordendoci con quel favoloso unguento protettivo che è la musica improvvisata da autentici funamboli dello strumento”.

Il sindaco, Michela Palestra, si sofferma invece su come la sua amministrazione si approccia in generale alla cultura: “Siamo dell’idea – dice Palestra – che la cultura debba essere sempre più fruibile e non un lusso riservato a pochi. Da anni, nonostante i tagli, investiamo molto nelle iniziative culturali, consapevoli che queste spese sono in realtà degli investimenti per il benessere dei cittadini e la loro qualità della vita. Riuscire, dopo tanti anni, a riempire la piazza per questi eventi significa che la strada intrapresa è quella giusta con l’obiettivo di garantire un’offerta solida e di qualità anche negli anni futuri”.

In caso di maltempo il concerto si terrà al Centro civico Agorà, in via Monviso 7.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese