Home Eventi

YoungDoIt, sabato sarà una giornata in musica

07 aprile 2016 – Sabato 9 aprile grande giornata allo Spazio Giovani YoungDoIt, con un triplo appuntamento a tema musicale destinato ai ragazzi. L‘evento The Last Becks’s night, dedicato agli omonimi artisti vincitori del primo “Music Contest&Jam Session” dello scorso gennaio, prevede la partecipazione del Mei (Meeting delle Etichette Indipendenti), con la presenza del suo decano, Giordano Sangiorgi, che presenterà alle 17.30 la conferenza “Dall’autoproduzione all’autopromozione, il mercato discografico italiano”.

A seguire, dalle 18.15 alle 19.40, è previsto un momento interattivo dal titolo “Senti Giordano!”, in cui Sangiorgi ascolterà le demo di giovani artisti di Arese e dei dintorni, che era possibile inviare, senza distinzione di genere, fino al 3 aprile.

“Siamo orgogliosi – commenta il sindaco, Michela Palestra – che Arese, grazie all’intraprendenza e all’iniziativa dello Spazio Giovani, possa ospitare una personalità di spicco nel mondo della nuova musica emergente italiana, come Giordano Sangiorgi. Un’occasione eccezionale di promozione culturale e di stimolo per i giovani aresini e del territorio per confrontarsi con il mercato discografico indipendente”.

In serata sera, a partire dalle ore 20.00, con un intervento di RadioWebArese, inizierà il tributo concertistico dei The Last Becks (band composta da Federico Castiglioni alla chitarra, Simone Colombaretti al basso, Gabriele Cailati alla batteria e Francesca Caputo alla voce) che si esibiranno sul palco, accompagnati dal gruppo di ballo Noizers, del coreografo e ballerino Ermes Califano. La serata sarà condotta da Jerry Castoldi.

“Con questa ulteriore iniziativa all’insegna della musica – conclude l’assessore alle Politiche giovanili, Barbara Scifo – lo Spazio Giovani YoungDoIt conferma la sua vocazione di luogo di protagonismo e di espressività giovanile, con il desiderio di aprirsi al confronto e di offrire esperienze non solo di divertimento, ma anche di crescita ai giovani che lo frequentano, che sempre più stanno maturando un senso di appartenenza, contribuendo ad arricchire la vita sociale della nostra città”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese