QuiArese

Sabato 24 giugno 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cronaca Cronaca Migranti, accordo in Prefettura. Ad Arese massimo 26?

Migranti, accordo in Prefettura. Ad Arese massimo 26?

E-mail Stampa PDF

18 maggio 2017 - E’ stato siglato ieri in Prefettura, alla presenza del ministro dell’Interno Marco Minniti, il “Protocollo tra Prefettura di Milano, Città Metropolitana e Comuni delle Zone Omogenee per un’accoglienza equilibrata, sostenibile e diffusa dei richiedenti la protezione internazionale”. Sono stati 76 i Comuni della Città Metropolitana di Milano che hanno aderito all’ultima versione dell’intesa proposta dalla Prefettura che definisce le linee guida per gestire nella modalità più efficace l’accoglienza di migranti in maniera equilibrata, al fine di “superare eventuali disallineamenti tra il numero di migranti presenti nelle diverse realtà locali” e ad implementare concretamente la cosiddetta “clausola di salvaguardia” prevista nella direttiva ministeriale dell’11 ottobre 2016.

In sostanza la nuova politica di accoglienza, definita dal Protocollo, privilegia un’accoglienza diffusa rispetto alla creazione di grandi centri, che la Prefettura di Milano e i Comuni coinvolti giudicano meno gestibili e funzionali rispetto alla suddivisione capillare dei richiedenti asilo nei Comuni del territorio. Per quanto riguarda la nostra area, tutti i 16 Comuni della zona omogenea del Nord-Ovest Milano hanno raccolto unanimemente l’invito del Prefetto ad impegnarsi per favorire l’accoglienza, per quanto possibile e “in collaborazione con le associazioni del terzo settore e le organizzazioni aventi finalità sociali”, di un numero massimo di richiedenti la protezione internazionale secondo quando previsto dal piano di riparto elaborato dall’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) con il Ministero dell’Interno a partire dall’agosto del 2016.

Ma cosa significa per Arese la firma di questo protocollo? Quale sarà il numero massimo di richiedenti asilo che troveranno ospitalità nel nostro Comune? La cifra è calcolata sulla base della popolazione dei 16 Comuni della zona omogenea del Nord-Ovest e prevederebbe, in base al Piano Anci - Ministero dell’Interno, che nella nostra città possano essere ospitate un massimo di 52 persone. L’accordo siglato in Prefettura prevede però una “clausola di salvaguardia” per i Comuni sottoscrittori, in base alla quale una volta raggiunta “la copertura del 50% dei posti previsti in base al Piano ANCI/Ministero dell’Interno”, la Prefettura escluda tali Comuni “dai bandi aventi ad oggetto l’accoglienza di richiedenti protezione internazionale”. In sostanza se Arese, come si è impegnata a fare, avvierà in proprio forme di accoglienza per un numero di almeno 26 richiedenti asilo, non potrà essere soggetta a nuovi bandi prefettizi per la ricerca di ulteriori abitazioni da destinare all’accoglienza.

L’ospitalità dei richiedenti asilo avverrà in alloggi reperiti tramite bando pubblico e a livello territoriale gli enti locali, con il supporto delle realtà del terzo settore, si impegneranno a interventi di “accoglienza integrata”, che vadano oltre la sola distribuzione di vitto e alloggio, prevedendo in modo complementare anche misure di orientamento, nonché la costruzione di percorsi individuali di inserimento.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

valera.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...

 

Perferi: "Il mio saluto al Maresciallo Giulio Vindigni"

02 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera con la quale Gino Perferi, sindaco di Arese dal 1999 al 2009, saluta il comandante della caserma dei Carabinieri, Giulio ...