QuiArese

Venerdì 12 febbraio 2016
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cronaca Cronaca Chiappini: "Arrogante? C'era ok Lega!"

Chiappini: "Arrogante? C'era ok Lega!"

E-mail Stampa PDF

AGGIORNATO 28 maggio 2011 - Nella sua lettera in merito alla vicenda dei gonfiabili installati nel campo da basket esterno del Centro Sportivo Davide Ancilotto (leggi qui), Vittorio Turconi, segretario della Lega Nord di Arese, chiama in causa il rappresentante legale di Intese Alessandro Chiappini, definendo il suo comportamento arrogante. Non potevamo quindi fare a meno di sentire lo stesso Chiappini per avere una sua valutazione circa la presa di posizione leghista e per domandargli se la posa dei gonfiabili è stata un'iniziativa autonoma di Intese o se la loro collocazione fosse stata autorizzata e da chi. Partiamo da quest'ultimo aspetto: Chiappini rigetta completamente le accuse di arroganza e chiarisce, documentando le sue affermazioni con una comunicazione di FACS che ora è in nostro possesso, che l'installazione dei gonfiabili è stata autorizzata da Fondazione in data 11 maggio.

Questo il testo della lettera di autorizzazione firmata dal presidente di FACS Pierluigi Pogliani: "A seguito della Vostra richiesta e con approvazione all'unanimità di tutto il consiglio di Indirizzo, Vi autorizziamo ad installare presso il campo di basket esterno, i giochi gonfiabili. Sarà Vostro compito stipulare assicurazione e rispettare le norme di sicurezza". Sentiamo in proposito Chiappini: "Vorrei capire dove sarebbe la mia arroganza, visto che ho fatto quello che dovevo fare e cioè chiedere l'autorizzazione al nostro interlocutore. Autorizzazione che, e questo voglio sottolinearlo due volte, abbiamo ricevuto all'unanimità di tutto il consiglio di Indirizzo e quindi anche da parte di quella Lega che ora, per bocca del suo segretario cittadino, se ne esce con queste dichiarazioni".

Dichiarazioni che sembrano in netto contrasto con la linea ufficiale della maggioranza, che comprende anche la Lega, e che continua a sostenere la scelta del partner privato per la gestione del Centro Sportivo. Che la vicenda stia provocando una spaccatura all'interno della maggioranza stessa? "Io non sono un politico ma lo escludo nella maniera più assoluta. Quella che sta portando avanti Turconi è una battaglia per le poltrone, non per la città. La Lega, dopo avere ottenuto un posto in ESCO, punta ora alla carica di presidente di Fondazione. Con una differenza fondamentale rispetto a Pogliani; lui lo fa gratuitamente mentre il signor Turconi per questa posizione vorrebbe essere retribuito. Se Turconi avesse effettivamente a cuore il benessere di Arese, probabilmente farebbe bene a ricordarsi che a oggi Intese, pur con tutti i vincoli imposti, ha già investito nel Centro Sportivo 450 mila euro. Una cifra che quindi l'amministrazione ha risparmiato e che si traduce in una capacità di spesa di 900 mila euro da destinare ad altre iniziative".

28 maggio 2011 - In merito alle dichiarazioni di Alessandro Chiappini abbiamo ricevuto una precisazione da parte di Vittorio Turconi, commissario della Lega Nord ad Arese, che qui pubblichiamo:

Forse il Cav. Chiappini, o voi nel fare le domande, non avete letto bene il contenuto della mia dichiarazione. Ho detto chiaramente che l’autorizzazione di Fondazione è stata concessa, ma nel rispetto delle leggi che prevedono anche l’autorizzazione da parte del Comune e dei Vigili del Fuoco, che non ci sono state. Forse il Chiappini si confonde, o non sa, che le autorizzazioni sono ben distinte. Comunque esiste un verbale redatto della Polizia Municipale, non certo da me, quindi pregherei di non stravolgere le cose.

Per quanto riguarda le poltrone, tranquillizzo il Sig. Chiappini: per quel che mi riguarda vivo d’altro. Forse sbaglia persona o parla di sé… In ogni caso, è l’ultima persona degna di spiegazioni. Io personalmente e la Lega che oggi rappresento non abbiamo mai avanzato richieste in tal senso e in special modo poltrone remunerative. Anzi, tutt’altro.

Forse se Chiappini si guarda allo specchio certamente non proverà vergogna, ma certamente pensi bene a prepararsi a dare delle trasparenti e chiare risposte: sarà lui a dover dare delle spiegazioni su come sino a oggi ha gestito e portato avanti le iniziative, non certo io.

Vittorio Turconi
Lega Nord Arese

 

Arese, la nostra città

il_centro_storico.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

Lettera agli aresini giovani e meno giovani

20 gennaio 2016 - Una lettera aperta agli aresini che avrebbe anche potuto essere un articolo. Ma che non lo è per espressa scelta del nostro collaboratore Reginaldo Cerolini. Di...

 

"Non è forse giunto il momento di levare i cartelli?"

12 gennaio 2016 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento che il lettore Carlo Brusadelli propone a seguito del consiglio comunale aperto sulla viabilità di giovedì scorso. L...

 

"Perché la cronaca del consiglio non è completa?"

Caro Direttore, mi riferisco alla cronaca del consiglio aperto del 7/1 apparsa su QuiArese di ieri. Mentre mi va bene che non sia citato il mio intervento, dato che, pur avendo pa...

 

“La politica non si fa con i se”

27 novembre 2015 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di Massimo Comi, che si riferisce all’intervento di Arese al Centro di qualche giorno fa (leggi qui). Se mia nonna ave...

 

Ponte pedonale o skate park?

23 ottobre 2015 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala come il ponte pedonale che attraversa il canale scolmatore nei pressi del laghetto Morganda v...