QuiArese

Domenica 18 novembre 2018
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cronaca Cronaca Dopo la riassegnazione del bando, riapre lo YoungDoIt

Dopo la riassegnazione del bando, riapre lo YoungDoIt

E-mail Stampa PDF

17 ottobre 2018 - Lo scorso 11 ottobre, dopo la pausa estiva, e dopo l'aggiudicazione del nuovo bando di coprogettazione delle politiche giovanili al partenariato composto dai Barabba’s Clowns Onlus e dalla Cooperativa Lotta Contro l’Emarginazione, ha riaperto lo Spazio Giovani YoungDoIt. "“Il progetto, denominato “YoungDoIt Sequel - spiega il sindaco, Michela Palestra - è rivolto ai giovani di età compresa tra gli 11 e i 24 anni, e intende consolidare quanto fatto nei quattro anni precedenti di felice esperienza di questa nuova realtà sul territorio, e allo stesso tempo lanciare nuove linee di sviluppo e progettualità”.

L’equipe educativa è composta dal coordinatore Luca Bellini, dalla responsabile dello spazio giovani Federica Baronio, dagli educatori Andrea Zavatti e Giorgia Costarella e da due volontari del Servizio Civile Nazionale, con la supervisione educativa affidata a Carla Pizzul. Sette i progetti già ai blocchi di partenza: l'aggregazione libera e i laboratori nelle giornate di martedì e giovedì pomeriggio, dalle ore 17.00 alle ore 19.30 e il sabato sera dalle ore 20.00 alle ore 23.00, con la possibilità di mangiare la pizza insieme; “Diamo Senso al Tempo”, attività laboratoriali e ricreative, rivolte ai ragazzi di II e III media, che si terrà tutti i venerdì pomeriggio dalle ore 13.45 alle ore 17.00 (a partire da novembre); lapossibilità di usufruire gratuitamente (su prenotazione) degli spazi musicali, quali box di registrazione e sala musica; il laboratorio per rapper e DJ per i ragazzi dai 14 anni in su.

Tra i progetti già ima corso c'è poi naturalmente Radio Web Arese, che vedrà sempre più protagonisti i giovani e sarà maggiormente presente sul territorio cittadino. Questa attività è cofinanziata dalla Fondazione Cariplo attraverso il progetto “Arese: la città dei promotori culturali”, che prevede, tra le tante iniziative e attività, anche la realizzazione di un evento di teatro di comunità a cui parteciperanno anche i ragazzi dello YoungDoIt assieme alle altre realtà cittadine. Completano l'offerta la serata, con cadenza mensile dedicata ai giochi in scatola a cadenza mensile e le proposte ai ragazzi di diverse uscite formative, eventi musicali e attività sul territorio, come gli street games. Quest’anno sarà poi inoltre introdotto un nuovo spazio dedicato al gruppo adolescenti (dalla prima superiore) che proporrà ai ragazzi attività formative e ludico-ricreative idonee all’età.

“Oltre all’obiettivo - dichiara l'assessore alle Politiche Giovanili, Veronica Cerea - di offrire opportunità di crescita, di aggregazione, di creatività e di protagonismo, il progetto ‘YoungDoIt Sequel’ avrà anche l’ambizione di far collaborare sempre più le associazioni e gli enti che aderiscono e sostengono il progetto, dalle scuole all’oratorio e il centro salesiano, dalle associazioni genitoriali e adulte alle realtà sportive, musicali e culturali, rafforzando i legami di comunità intorno e a beneficio dei giovani aresini. Da questo punto di vista, preziose saranno le sinergie che si instaureranno con il progetto #Oltreiperimetri, soprattutto a favore dei ragazzi più grandi cercando di promuoverne il protagonismo e la partecipazione alla vita della città, e le opportunità che questa progettualità potrà offrire anche ai giovani aresini, per esempio sul fronte dell’accompagnamento alla ricerca del lavoro, ma non solo.  Si lavorerà inoltre in stretta connessione con l’Unità Mobile Rhodense che si occupa di prevenzione delle dipendenze, di limitazione dei rischi e di inclusione sociale, in raccordo con il tavolo territoriale aresino sulle dipendenze, di prossima istituzione da parte dell’amministrazione, dopo l’avvio pilota all’interno del Centro Salesiano”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

parco_einaudi.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

Zaffaroni: "Non si uccidono così le tradizioni"

Caro direttore,ieri sera, 29 giugno 2018, si è consumato ad Arese l’ennesimo scempio nei confronti della cittadinanza, dei commercianti e delle tradizioni. La festa patronale...

 

Vegetti: "Comunali, perché non ci sarà una lista di sinistra"

04 giugno 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Achille Vegetti, ex portavoce della sezione cittadina di Sinistra Ecologia e Libertà, che spiega l'assenza di una li...

 

"Riaprire piazza alle auto non incentiva il commercio locale"

25 maggio 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore, che commenta la proposta avanzata dal candidato del centrodestra, Vittorio Turconi, nella serata di confr...

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...