QuiArese

Martedì 18 dicembre 2018
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eventi Eventi Al Centro Civico fine settimana tra musica e pittura

Al Centro Civico fine settimana tra musica e pittura

E-mail Stampa PDF

11 maggio 2017 - Doppio appuntamento con la musica e l’arte nel fine settimana al Centro Civico. Si inizierà venerdì 12, alle ore 21.00, con "SoloPiazzolla&Solos”, un omaggio ad Astor Piazzolla in occasione del 25° anniversario della scomparsa del grande compositore argentino, che ha portato il Tango nel linguaggio musicale contemporaneo. Sullo sfondo de Gli Archi del Rusconi si fa protagonista il violino di Piercarlo Sacco nelle Cuatro Estaciones Porteñas, Le Quattro Stagioni di Buenos Aires, e in brani celebri come Oblivion o l’estatica Ave Maria.

Il nome di Piazzolla, autore di centinaia di opere per i più svariati organici, è però anche legato alla maestria e alla energia profuse anche attraverso il suono e l’interpretazione al bandoneon: con la partecipazione del bandoneonista argentino Gilberto Pereyra, in duo anche con chitarra nel Double Concerto “Hommage à Liege”, la monografia dedicata al grande compositore argentino si caratterizza per un programma che pone sotto la luce dei riflettori il virtuosismo e il magistero interpretativo di tre grandi solisti. L’ingresso libero.

Sabato 13, dalle 18.00, sarà invece protagonista la pittura, con l’inaugurazione della Personale di Manuela Sava, “Contrasti”. L’artista è nota per la tecnica dell'acquerello e della tecnica mista che, soprattutto nel collage, raggiunge degli effetti surreali particolarmente interessanti e sottilmente misteriosi, capaci di comunicare e trasmettere un senso di magica irrealtà.

Il collage, spesso abbinato all'acquarello e ad altre tecniche, ha una parte importante nelle sue opere: nel costruirlo adopera sia dei ritagli di carta comune trovata casualmente e scelta per l'occasione, sia quelle appositamente preparate. Di solito utilizza frammenti di carta o di stoffa facendo in modo da farli apparire come se fossero pennellate, al posto del colore; però occasionalmente utilizza anche motivi interi, creati e poi ritagliati e applicati. Sullo sfondo la Norvegia e la sua luce, che la pittrice italo-norvegese conosce bene, trattandosi della sua terra d'adozione, che dipinge con passione nelle sue opere.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

il_comune_1.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

Vegetti: "Caro Cda, è così che si torna riferimento sociale?"

12 dicembre 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di Achille Vegetti, fino al maggio 2017 presidente della Cooperativa Agricola Edificatrice. Nella quale Vegetti sostiene ...

 

Studentessa aresina premiata dai Maestri del Lavoro

03 dicembre 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo contributo di Giorgio Fiorini, che ci parla del Convegno “Scuola-Lavoro” organizzato dal Consolato milanese della Federmaestr...

 

Zaffaroni: "Non si uccidono così le tradizioni"

Caro direttore,ieri sera, 29 giugno 2018, si è consumato ad Arese l’ennesimo scempio nei confronti della cittadinanza, dei commercianti e delle tradizioni. La festa patronale...

 

Vegetti: "Comunali, perché non ci sarà una lista di sinistra"

04 giugno 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Achille Vegetti, ex portavoce della sezione cittadina di Sinistra Ecologia e Libertà, che spiega l'assenza di una li...

 

"Riaprire piazza alle auto non incentiva il commercio locale"

25 maggio 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore, che commenta la proposta avanzata dal candidato del centrodestra, Vittorio Turconi, nella serata di confr...