QuiArese

Mercoledì 23 agosto 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Politica Notizie Il M5S attacca ancora su assunzioni al centro commerciale

Il M5S attacca ancora su assunzioni al centro commerciale

E-mail Stampa PDF

13 luglio 2017 - Il Movimento 5 Stelle torna sull’argomento degli impegni occupazionali che si era assunto l’operatore del centro commerciale, in particolare per quanto riguardava le assunzioni a tempo indeterminato. Argomento che era stato oggetto di un’interrogazione in consiglio comunale presentata dal M5S (leggi qui) e della successiva risposta dell’assessore Giuseppe Augurusa (leggi qui). E le controdeduzioni dei pentastellati si riassumono in una frase: “Gli obiettivi non sono stati raggiunti e la sanzione non è stata chiesta”.

In caso di inadempienza, la sanzione, come ricorda il Movimento 5 Stelle, è definita al punto II.1.5, dell'Accordo di Programma, e prevede che “l'Operatore si fa carico di un'obbligazione pecuniaria da versare a favore dei Comuni di Arese e Lainate di importo pari a 15 annualità lorde di retribuzioni aziendali di un lavoratore del V livello CCNL settore Commercio, moltiplicato  per il numero delle mancate assunzioni rispetto a quanto previsto”. I pentastellati rimandano poi a quanto dichiarato dall’assessore Augurusa nel corso del consiglio comunale del 27 giugno: “Al minuto 19.45 dello streaming video - dicono - ascoltiamo la seguente affermazione:  ‘indubbiamente una sanzione di 10 milioni di euro avrebbe stroncato qualsiasi iniziativa imprenditoriale (…). Quel tipo di sanzioni sono fatte con la logica della deterrenza cioè quella del fatto di non essere applicate, ma perché incentivino il soggetto ad ottemperare gli obblighi’. Apprendiamo quindi dall'assessore con delega all'AdP che a fronte di un inadempimento, si è scelto di non applicare la sanzione dovuta, per non ‘stroncare le iniziative imprenditoriali’!”.

Il Movimento 5 Stelle contesta poi le cifre relative alle assunzioni a tempo indeterminato: “Mentre sulla stampa - sostiene il M5S - l’assessore dichiara che l'obiettivo occupazionale è stato raggiunto, riflettiamo sulle cifre degli assunti a tempo indeterminato nei comuni di Arese e di Lainate. Ma mancano i dati iniziali perché ‘la comunicazione ai Comuni delle nuove assunzioni della pianta organica iniziale, prevista nell'Atto Unilaterale d'Obbligo (…)  non è nella disponibilità delle strutture regionali’ (leggi qui). In mancanza utilizziamo allora la cifra di 2.467, comunicata da Iper in data 30 giugno 2016 (leggi qui) come il dato della pianta organica iniziale su  cui effettuare il calcolo degli obblighi occupazionali in base agli accordi. Secondo questo calcolo gli assunti a tempo indeterminato su Arese e Lainate dovevano essere circa 500 e non 200! Ma non sono scattate le penali”.

Nella sua conclusione il M5S torna quindi a chiedere che i Comuni chiedano il rispetto degli adempimenti: “Questo è lo spirito - dicono i pentastellati - con cui il sindaco Palestra  si siede ai tavoli dell'atto integrativo! Dov'è il rispetto degli accordi quando sono a favore dei cittadini, e dov'è il rigore nell'applicare le more che sempre si teme di subire? Perché non si richiede l'organico effettivo, non si applicano le sanzioni, si vogliono forse sconti al privato? L'espressione ‘interesse pubblico’, così ricorrente nel linguaggio istituzionale e che sentiamo pronunciare frequentemente dalla nostra sindaca, viene purtroppo utilizzata in modo enfatico e quasi mitico in modo improprio e svuotata del significato che le si vuole attribuire. Il rispetto degli adempimenti occupazionali e la richiesta di sanzione, per il M5S rappresentano l' ‘interesse pubblico e la tutela del comune di Arese".

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

la_chiesa.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...

 

Perferi: "Il mio saluto al Maresciallo Giulio Vindigni"

02 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera con la quale Gino Perferi, sindaco di Arese dal 1999 al 2009, saluta il comandante della caserma dei Carabinieri, Giulio ...