Home Politica

Anche il Forum in piazza il 15 ottobre

10 ottobre 2011 – Lo avevano già fatto intendere nei giorni scorsi e oggi, dopo un dibattito interno, è arrivata la decisione del Forum per la città di appoggiare ufficialmente la manifestazione “Tutti a casa” indetta per il prossimo sabato 15 ottobre dal Comitato Spontaneo Genitori di Arese (CSGA) per chiedere le dimissioni dell’attuale giunta comunale. “Insieme al Comitato, ai partiti, alle associazioni e ai semplici cittadini – dice Giuseppe Augurusa – Un forum per la città sarà presente per cercare di favorire una svolta decisiva all’attuale, pericolosa situazione di stallo. Dopo la disgregazione della maggioranza PDL – Lega Nord, le indagini su assessori e infine l’arresto del sindaco, la città di Arese vive ogni giorno una realtà sempre più allarmante e insostenibile sotto il profilo della trasparenza e della legalità. La truffa del gas, le sospette gare sugli appalti pubblici, la gestione fallimentare del centro sportivo sono episodi gravissimi, che hanno minato alla radice il rapporto di fiducia tra l’attuale giunta e la cittadinanza aresina”.

Augurusa ne ha anche per l’UDC e dice: “Le giustificazioni dell’UDC, intervenuta in extremis a occupare deleghe e cariche politiche, di voler garantire la continuità di governo è soltanto l’ultimo, disperato tentativo di mantenere al potere un gruppo dirigente che si è distinto, nel migliore dei casi, per una condotta totalmente inadeguata della cosa pubblica”. La decisione di appoggiare ufficialmente la manifestazione organizzata dal CSGA è stata presa nel fine settimana, sollecitata in particolare dai rappresentanti del Forum Ramenghi, Cangemi, Brusadelli, Vegetti, Cerea, Baldoni e Allegro. “Un Forum per la città – conclude Augurusa – non può rinunciare a partecipare alle spinte di cambiamento che da più parti stanno emergendo nella società aresina. L’orizzonte della legalità e della gestione trasparente dei beni pubblici fanno parte del DNA di Un Forum per la città: una nuova realtà che nasce, in Arese e per Arese, nella prospettiva di fornire una visione diversa, progettuale e concreta, della politica locale”.