Home Politica

Assessori: “Queste le nostre priorità”

07 giugno 2013 – Sono stati presentati ufficialmente oggi, nel giorno del loro insediamento, i cinque assessori della giunta Palestra. Impossibile, naturalmente, in questa fase affrontare le questioni che saranno di loro competenza. Come aveva anticipato ieri il sindaco, gli assessori spenderanno i prossimi giorni con i rispettivi uffici, per farsi delineare un quadro della situazione e per impostare il loro lavoro. Ciascuno di loro ha comunque accennato a quelle che vede come le questioni con le quali si dovrà confrontare in via prioritaria. Per Giuseppe Augurusa, assessore a Politiche del lavoro, Sviluppo e Attività di impresa, Partecipate e controllate, Cultura e Attuazione Accordo di Programma ex Alfa Romeo, prioritario sarà pensare agli interventi di reindustrializzazione dell’area ex Alfa: “Credo – ha spiegato Augurusa – che quell’area non possa avere solo una destinazione commerciale, e sarà pertanto necessario pensare a come riempire quella che al momento è una scatola vuota. Un altro punto che cercherò di affrontare in tempi rapidi è quello del Museo dell’Alfa. Tecnicamente è sito sul Comune di Rho e quindi tenteremo di unire con Rho i nostri sforzi per farlo riaprire. E per renderlo più fruibile, anche perché con l’Expo la sua presenza rappresenterà una buona opportunità per il nostro Comune”.

Augurusa ha poi disinnescato le latenti osservazioni relative a sue presunte incompatibilità di carica: “Per quanto riguarda ComunImprese, tecnicamente non ci sono incompatibilità tra il ruolo di suo portavoce e le mie deleghe, perché è una società consortile alla quale il Comune di Arese partecipa solo al 7 per cento. Comunque, anche se non sarei stato obbligato a farlo, ho già rassegnato, per ragioni di opportunità, le mie dimissioni da portavoce di ComunImprese. Per quanto riguarda il mio ruolo nel sindacato, la situazione la avevo già risolta lo scorso anno, quando avevo rinunciato alle cariche elettive al suo interno. Da allora, infatti, non sono più segretario di categoria ma solo funzionario. E da settimana prossima, inoltre, opererò esclusivamente al di fuori della provincia di Milano”.

Per il vice-sindaco Enrico Ioli si prospettano, invece, già delle scadenze temporali ben precise: “Entro il 30 settembre dovremo necessariamente predisporre il progetto esecutivo del Piano della Viabilità, decidendo come impiegare i 7 milioni di euro derivanti dall’Accordo di Programma. Siamo anche in ritardo clamoroso sul PGT, con la Regione che ha concesso un’ultima proroga non ulteriormente dilazionabile al giugno 2014 per la sua presentazione e a dicembre 2014 per la sua attuazione. Ci saranno poi da seguire una serie si interventi già deliberati e che sono in fase di avvio, come il rifacimento delle coperture e delle pavimentazioni nei plessi scolastici aresini”.

Eleonora Gonnella, che ha le deleghe a Personale, Trasparenza e partecipazione, Semplificazione amministrativa, Innovazione e Fund raising, identifica per i suoi settori queste priorità: “Per prima cosa – dice – sarà necessario effettuare un’analisi della situazione e della struttura comunale, parlando con il personale per capire clima e situazione organizzativa. Dopo l’analisi si valuterà, insieme alla struttura, una possibile riorganizzazione finalizzata a conseguire la maggiore efficienza possibile cercando di valorizzare le persone, le loro attitudini e le loro aspirazioni. Il nostro obiettivo è quello di fare tutto questo coinvolgendo il più possibile il personale. Un’altra delle priorità che mi sono assegnata sarà quella di garantire ai cittadini la massima trasparenza e la facilità di accesso agli atti”.

Roberta Tellini, che ha le deleghe a Bilancio, Sicurezza e vigilanza, Mobilità e Sport, parla, invece, di bilancio e Polizia Locale: “Già nei prossimi giorni dovrò vedere con il sindaco e con il settore Risorse Finanziarie il bilancio del Comune. Per quanto riguarda il Centro Sportivo la situazione è rapida risoluzione e contiamo di arrivare in tempi brevi a concludere, insieme agli uffici, le formalità necessarie per consegnarlo definitivamente al nuovo gestore e procedere quindi alla sua riapertura. Per quanto riguarda, infine, il tema della sicurezza, ho già incontrato il comandante Bindelli della Polizia Locale e nei prossimi giorni vedrò il comandante della stazione dei carabinieri Maresciallo Vindigni. Dai dati in nostro possesso la situazione relativa alla microcriminalità è sui livelli degli scorsi anni e non si evidenziano dei picchi particolari. Abbiamo comunque individuato delle criticità ed è mia intenzione coinvolgere il più possibile le associazioni, come l’Anc, per arrivare a presidiare maggiormente, con una presenza fisica costante, il territorio e in particolare una serie di zone che vorremmo tenere maggiormente sotto controllo”.

Anche per Barbara Scifo, assessore a Politiche sociali, Politiche giovanili e Associazioni e terzo settore, l’agenda sarà dettata dalle situazione contingenti: “Che la situazione – dice – a livello nazionale sia critica è sotto gli occhi di tutti, e anche ad Arese sono in aumento i casi di famiglie che vanno in sofferenza. Sarà nostro compito ascoltare e capire cosa e come fare per offrire il sostegno del Comune. A me sta poi particolarmente a cuore il valorizzare le risorse presenti sul territorio, come le associazioni, e in particolare quelle che si occupano di sociale. Credo che, soprattutto in questi momenti dove le risorse a disposizione dei Comuni sono poche, possano essere una risorsa importante per l’amministrazione. Conto quindi di fissare un calendario di incontri con le associazioni, dando la priorità a quelle che operano sul sociale, discutendo con loro della possibilità di creare una rete che possa portare benefici reciproci a tutti”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese