Home Politica

Deleghe revocate alla Seeber…anzi no!

10 dicembre 2010 – Secondo quanto riportato da Il Giorno in edicola oggi, quelle appena trascorse sarebbero state giornate molto nervose all’interno della maggioranza, culminate con la presunta revoca delle deleghe all’assessore al Bilancio, Risorse finanziarie, Servizi informatici e Gemellaggi, Erika Seeber. L’assessore Seeber non avrebbe appreso ufficialmente della revoca, durata il breve tempo di due ore, ma attraverso quelle che il quotidiano definisce fonti ufficiose. Sembrerebbe poi che la decisione sia rientrata solo dopo un intervento del direttivo provinciale del PDL. Sulla vicenda l’assessore Seeber non ha rilasciato dichiarazioni. Dichiarazioni che invece il sindaco aveva rilasciato sempre al Giorno sabato scorso per smentire le voci circolanti in merito a una crisi della giunta.

Di certo, se le voci fossero confermate, sarebbe difficile non associare la vicenda Seeber con le dimissioni di Livio Braga dello scorso settembre. In un primo momento l’ex assessore leghista aveva giustificato la rinuncia al mandato con motivazioni strettamente personali. In seguito a una serie di speculazioni sul suo gesto Braga aveva però in seguito dichiarato che le motivazioni erano politiche e legate principalmente alle modalità con le quali l’amministrazione comunale aveva assegnato a un partner privato il progetto di risanamento del centro sportivo Davide Ancillotto.

E proprio sull’onda di queste vicende il gruppo consiliare del PD sottolinea le difficoltà della maggioranza. Difficoltà legate principalmente alle “continue modifiche ai piani relativi alle opere pubbliche che prevedono incrementi di spesa spropositati le cui coperture economiche sono affidate a finanziamenti privati di cui non è dato sapere la provenienza” e anche alla “gestione schizofrenica del centro sportivo comunale”.

Per il  prossimo martedì 14 dicembre è stato convocato un consiglio comunale straordinario e sarà forse l’occasione per cercare di capirne un pò di più circa quanto sta succedendo nella maggioranza…