Home Politica

Dimissioni Lega: il commento di Fornaro

22 settembre 2011 – A poche ore dalle dimissioni degli assessori leghisti Bartolini e Seregni e dalla comunicazione della Lega Nord che annunciava il suo passaggio all’opposizione, arrivano le prime reazioni del mondo politico aresino. A commentare per primo la scelta del Carroccio è stato il sindaco Gianluigi Fornaro, con un intervento di stampo prettamente istituzionale. “Ringrazio i rappresentanti della Lega Nord e, in particolare, Andrea Bartolini per l’atto di coerenza. Non mi stupisce che, in un gruppo, si possa avere diverse visioni politiche ed amministrative, altro e più grave è quando si arriva fino alla mancanza di reciproca fiducia. Tra gli uomini del Carroccio e il resto della maggioranza qualcosa si era già spezzato durante il processo decisionale e quello che è accaduto durante lo scorso Consiglio Comunale ha solo sancito il punto di non ritorno: la scelta di abbandonare o essere allontanati”.

Su quello che sarà l’immediato futuro, Fornaro non si sbilancia, anche se la sua chiusura è comunque conciliante e, pur non lasciando intravedere possibili retromarce, offre una piccola apertura agli ex alleati di maggioranza: “Da oggi, anche se alla luce di un rinnovato rapporto, confido nella capacità del gruppo consiliare della Lega Nord di saper essere interprete di un ruolo di opposizione criticamente costruttivo. Io per quanto mi riguarda mando a dire che la porta del mio ufficio è sempre aperta per chi, nel rispetto dei ruoli, vorrà lavorare per il bene di Arese. Sono convinto che, in futuro, i fatti fugheranno i dubbi degli ex compagni di maggioranza”. Un’apertura che ben difficilmente troverà sponda nella Lega perché la decisione di abbandonare la maggioranza non è stata un gesto dettato dall’impulso ma l’atto finale di un dissenso con la politica di gestione dello sport che è maturato in mesi di tentativi di arrivare a un accordo condiviso in seno alla maggioranza.