Home Politica

Dura protesta Cobas in consiglio comunale

26 febbraio 2014 – Esplode nuovamente la rabbia degli ex lavoratori Innova Service, che ieri sera hanno bloccato per circa un’ora il consiglio comunale, scendendo dalle tribune nell’emiciclo e costringendo il presidente Veronica Cerea a sospendere temporaneamente la seduta. Tutto è successo quando si è arrivati all’ottavo punto aell’ordine del giorno, quello che prevedeva la presentazione da parte dell’assessore Giuseppe Augurusa del documento di indirizzo per il piano di sviluppo produttivo ed occupazionale del comprensorio ex Fiat-Alfa Romeo nei comuni di Arese e Lainate. Come già accaduto lo scorso 21 ottobre (leggi qui) i delegati Slai Cobas, che rappresentano gli ex lavoratori Innova, hanno chiesto di potere intervenire per illustrare la loro situazione e, di fronte al non accoglimento della richiesta hanno, di fatto, occupato simbolicamente l’emiciclo con una quarantina di persone. La situazione si è fatta via via sempre più tesa e le cose sono tornate a una parvenza di normalità solo dopo la mezzanotte, quando gli ex lavoratori Innova sono tornati nei posti assegnati al pubblico, permettendo ad Augurusa di svolgere la sua presentazione.

Durante l’interruzione gli Slai Cobas Alfa sono comunque riusciti a esporre al pubblico le ragioni della loro protesta, con Corrado Delledonne che ha spiegato cosa contestano all’amministrazione aresina. Nella sostanza gli Slai Cobas sostengono che l’incontro con i capigruppo consiliari, concesso in seguito alla protesta nel consiglio comunale dello scorso ottobre, non ha avuto alcun seguito concreto in termini di impegno istituzionale per giungere a una risoluzione della loro situazione. E’ stato anche contestato il fatto che mentre si parla di ingenti investimenti e potenziali assunzioni nell’area ex Alfa, l’amministrazione aresina non si sia esposta con un atto formale, portato in consiglio comunale, a sostegno delle quaranta persone licenziate tre anni fa da Innova Service. Con il ritorno della calma nell’aula consiliare sembra che alla fine sia stato concordato un nuovo incontro tra una rappresentanza dei delegati Slai Cobas Alfa e i capigruppo consiliari, che si dovrebbe tenere giovedì prossimo alle 18,30.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese