Home Politica

Erika Seeber sull’intervento di Perferi

12 ottobre 2011 – Riceviamo e pubblichiamo questo intervento dell’ex assessore al bilancio Erika Seeber che risponde al precedente intervento di Gino Perferi (leggi qui).

Egregio direttore,
per dire la verità volevo rispondere punto per punto alle pesanti accuse rivoltemi dal consigliere Perferi, che definisce “variegate (?) e ridicole” le motivazioni delle mie dimissioni, ma poi ho cambiato idea: non ne vale la pena! Sono i fatti a parlare. Considerato che l’inverno si avvicina e le giornate si accorciano mi permetto invece di suggerire al consigliere Perferi di leggere il libro di Weber “Politik als Beruf” (dove “Beruf” si può tradurre come “professione”ma anche come “vocazione”). Weber parla di etica, di morale, di legalità, di trasparenza. Dice che tra le qualità decisive per un politico ci sono la passione, la responsabilità, la lungimiranza e il distacco che l’uomo sa porre tra se e le cose, ma invita anche a cercare di calcolare le conseguenze di ogni decisione. Infine, conclude che il nemico mortale per un politico è la vanità.

Trattandosi di un uomo intelligente e sveglio sono sicura che ne saprà cogliere degli spunti e delle riflessioni che gli potranno essere utili nella turbolenta vita politica aresina. Si sa che gli elettori fanno fatica a capire il duro lavoro del politico, come lui stesso ha potuto constatare: alle ultime elezioni amministrative soltanto poco più di cento dei tredicimila elettori hanno premiato il suo impegno come Sindaco profuso negli ultimi dieci anni.

Erika Seeber