Home Politica

Giovane Italia: attacco frontale a Fornaro

05 dicembre 2011 – Nel fine settimana Giovane Italia di Arese, il movimento giovanile di centrodestra che aveva appoggiato la candidatura a sindaco di Gianluigi Fornaro e che è rappresentato in consiglio comunale da Alessandro Buccino ha diffuso in rete, nostra pagina Facebook compresa (link), un durissimo comunicato titolato “Noi ci mettiamo la faccia” e con sottotitolo “Riflessioni sulle conseguenze delle dimissioni del sindaco e sulle recenti vicende cittadine”, che contiene un attacco frontale a Fornaro. “E’ capitato a tutti, almeno una volta nella vita – scrivono i ragazzi di Giovane Italia – di riporre la propria fiducia in persone che non se la meritavano. Ripensare alla campagna elettorale del 2009, al duro lavoro di questi anni, a tutte le occasioni in cui abbiamo messo la faccia per difendere l’operato di un sindaco che credevamo diverso, provoca rabbia e delusione”.

Il testo prosegue sullo stesso tono: “Rimaniamo attoniti, come cittadini e come militanti politici che credono in certi valori e che per questi valori si battono, dal comportamento irresponsabile del signor Gianluigi Fornaro. Siamo basiti dalla disinvoltura con cui l’ex sindaco si è preso gioco della città, dei cittadini, delle istituzioni, e di chi ha avuto fiducia in lui e gli è sempre stato umanamente vicino, anche nei momenti più difficili. Ma, in tutto questo, ciò che fa più male è la profonda delusione che proviamo dal lato umano e personale. Ci sentiamo delusi e traditi da un uomo che credevamo un amico ma che così non si è dimostrato”. Rimane da comprendere perché Giovane Italia abbia scelto proprio questo momento per pubblicare il comunicato. E’ perché ha già condannato Fornaro a prescindere da quello che sarà l’esito processuale? O quello che viene definito come una delusione e un tradimento è legato alle recenti dimissioni del sindaco, peraltro scelta personale e non politica di chi non sta certo attraversando un momento semplice della sua vita? Abbiamo cercato di sciogliere queste perplessità chiedendo un’intervista a Buccino ma il giovane consigliere comunale ha declinato affermando che in questo delicato momento tutto quello che Giovane Italia aveva da dire è quanto riportato nel comunicato.

Ecco il testo completo del comunicato diffuso da Giovane Italia:
E’ capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di riporre la propria fiducia in persone che non se la meritavano. Ripensare alla campagna elettorale del 2009, al duro lavoro di questi anni, a tutte le occasioni in cui abbiamo messo la faccia per difendere l’operato di un sindaco che credevamo diverso, provoca rabbia e delusione.
Rimaniamo attoniti, come cittadini e come militanti politici che credono in certi valori e che per questi valori si battono, dal comportamento irresponsabile del signor Gianluigi Fornaro. Siamo basiti dalla disinvoltura con cui l’ex sindaco si è preso gioco della città, dei cittadini, delle istituzioni, e di chi ha avuto fiducia in lui e gli è sempre stato umanamente vicino, anche nei momenti più difficili. Ma, in tutto questo, ciò che fa più male è la profonda delusione che proviamo dal lato umano e personale. Ci sentiamo delusi e traditi da un uomo che credevamo un amico ma che così non si è dimostrato.
E’ un momento difficile, forse il più difficile nella storia della nostra città, che coincide con uno dei momenti più difficili anche per la nostra Italia. In questi momenti, i giovani hanno bisogno di esempi, di grandi uomini a cui ispirarsi. E noi vogliamo ispirarci al Presidente Napolitano, che ci ha insegnato come, nei momenti di maggiore difficoltà, sia necessario mettere da parte le divisioni politiche e gli egoismi per unirsi tutti nel perseguire il bene comune, che prescinde da qualsiasi partito.
Siamo arrivati a questo punto, ma siamo sicuri che sapremo risollevarci e, ispirandoci ai valori di onestà e lealtà che contraddistinguono i cittadini di Arese, riusciremo a costruire un futuro migliore.
I Ragazzi della Giovane Italia Arese