Home Politica

Il Patto Civico in campo con AperArese

10 dicembre 2014 – Se una persona diventa maggiorenne a 18 anni, una formazione politica lo può fare a 18 mesi… di governo cittadino. O almeno questo è l’arco temporale che il Patto Civico, la coalizione di maggioranza formata da Partito Democratico, Forum e Unione Italiana – Arese Rinasce, ha preso come riferimento per annunciare una svolta a livello comunicativo. Che parte dalla scelta di proporre il nuovo slogan, che è anche sito Internet (vedi qui), AperArese, che viene presentato come “una campagna permanente per supportare il lavoro della giunta Palestra e affiancare l’amministrazione nel racconto dell’attività in corso”. L’iniziativa è stata annunciata ieri sera nel corso di un incontro con i segretari delle tre forze politiche del Patto Civico: Luca Nuvoli per il Partito Democratico, Mauro Aggugini per il Forum e Antonella Omini per Unione Italiana – Arese Rinasce. In rappresentanza della giunta era, invece, presente il sindaco Michela Palestra, che nel 2013 aveva vinto le primarie di coalizione come candidato del Forum.

Il primo risultato di questo cambio di strategia a livello comunicativo è rappresentato da un volantino, autofinanziato dalle forze politiche di coalizione, che sarà distribuito nei prossimi giorni nelle caselle degli aresini. Il titolo “18 risultati per 18 mesi” è di per sé autoesplicativo, con il pieghevole che, come sostiene il Patto Civico, si propone di “dimostrare l’efficacia dell’operato amministrativo e il ritmo tenuto dalla giunta, riarticolando in 18 punti tutti i capitoli di lavoro affrontati in un anno e mezzo, rivelando così la media di un grande risultato per ogni mese di governo locale”. Le 18 azioni elencate sul pieghevole e portate a termine dalla giunta sono già state pubblicate sul sito Internet di AperArese (vedi qui). “Riassunti nel pieghevole – spiegano dal Patto Civico – che raggiungerà le caselle degli aresini e che sarà distribuito presso banchetti dedicati, ci sono 18 risultati che comunicano quanto è stato fatto finora per migliorare i servizi comunali, potenziare la sicurezza, risparmiare risorse pubbliche, portare avanti progetti importanti per il futuro della città, come la viabilità e la nuova biblioteca”.

Le iniziative non si fermeranno però qui e non si limiteranno al volantino in distribuzione, perché il Patto Civico ha sottolineato più volte come AperArese sia una campagna permanente. Nei prossimi mesi dunque le forze politiche di maggioranza proseguiranno in questa azione, proponendo di volta in volta iniziative mirate a far conoscere alla città, al di fuori della comunicazione più propriamente istituzionale, le azioni portate avanti dalla giunta. La strategia di coinvolgimento della cittadinanza prevederà diverse forme di approccio: l’online con il sito Internet dedicato, la presenza nelle piazze con appositi banchetti, i volantini e le serate in auditorium. La prima delle quali è già prevista per fine gennaio o inizio febbraio.

Il dato politico più significativo di questa iniziativa è che, forse per la prima volta in maniera così organica, i partiti di coalizione si mettono al servizio della giunta pianificando azioni periodiche e continuate. Una sorta di mobilitazione permanente che si propone di offrire un supporto politico puntuale all’azione amministrativa. E facendo quindi sentire quella voce che probabilmente in questi primi 18 mesi di maggioranza era in parte mancata. Come concordavano tutti i segretari durante la presentazione di ieri sera, sostenendo che quello comunicativo è stato probabilmente l’aspetto più trascurato in questo primo anno e mezzo in maggioranza. “Di lavoro – ha detto ad esempio Aggugini – ne è stato fatto tanto, sia da parte di chi amministra sia da parte dei partiti che sostengono questa giunta. Dove forse siamo stati un po’ carenti è stato piuttosto nel valorizzare adeguatamente quanto di buono veniva fatto. E AperArese vuole incidere proprio in questa direzione”. L’iniziativa delle forze di maggioranza non vuole però sovrapporsi alla comunicazione istituzionale: “Aresium – ha spiegato Palestra – il sito Internet del Comune e tutti gli altri strumenti a disposizione dell’Ente continueranno a fornire una comunicazione di tipo istituzionale, e quindi con un approccio neutro ai fatti. AperArese è, invece, un’iniziativa politica e servirà per proporre agli aresini la lettura che i partiti di coalizione danno delle azioni della giunta. E’ evidente che sarà un’informazione di parte, come è anche normale che sia perché fornita dai partiti, nello specifico di questo caso quelli che sostengono la maggioranza”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese