Home Politica

Il Pd di Arese verso le primarie nazionali

13 novembre 2013 – Il Congresso del Partito Democratico entra nella sua seconda fase, che coinvolge le sezioni locali, tra le quali c’è anche il Circolo del Pd di Arese. Dopo il rinnovo dei segretari e dei Coordinamenti dei Circoli e l’elezione dei segretari e delle assemblee Provinciali, la seconda tappa del percorso verso le primarie nazionali riguarderà la votazione dei Circoli sui quattro candidati nazionali (Gianni Cuperlo, Matteo Renzi, Giuseppe Civati, Gianni Pittella) e la nomina dei delegati aresini alla Convenzione Provinciale. Prima della consultazione nazionale che si terrà l’8 dicembre e che è  aperta a tutti gli elettori del centrosinistra, il Pd esprimerà una prima votazione sui quattro candidati nazionali attraverso una consultazione dei Circoli per selezionare, come da Statuto, i tre candidati da presentare alle primarie.

Per Arese la riunione di Circolo si svolgerà sabato 16 novembre, dalle ore 14,30 alle ore 17,00, presso la sede di via Caduti 9 e sarà aperta ad elettori e simpatizzanti. Come da indicazioni nazionali, potranno però esercitare il diritto di voto solo gli iscritti al Partito Democratico registrati entro l’11 novembre 2013. Il voto che esprimeranno gli iscritti del Circolo di Arese servirà anche ad eleggere i quattro delegati aresini per la Convenzione Provinciale sulla base dei voti ricevuti da ciascun candidato nazionale nelle votazioni del Circolo. La Convenzione Provinciale milanese sarà composta di 367 componenti eletti dai Circoli e da questa si passerà poi al Nazionale. Ovvero, la Convenzione Provinciale dovrà nominare i 39 candidati della provincia di Milano alla Convenzione Nazionale del prossimo 24 novembre. La conclusione di questo processo porterà, infine, domenica 8 dicembre, alle primarie per eleggere il nuovo Segretario Nazionale del Partito Democratico. Per le modalità di voto ad Arese è possibile contattare Giuliano Mangione all’indirizzo di posta elettronica [email protected]

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese