Home Politica

Il PD: “è una maggioranza irresponsabile”

12 aprile 2011 – Il PD non usa mezzi termini e definisce irresponsabile l’atteggiamento della maggioranza che, secondo i democratici, sta deliberatamente boicottando il consiglio comunale straordinario richiesto in data 4 aprile (leggi qui) dai democratici stessi e dall’ex capogruppo leghista Delmonte. La presa di posizione del PD nasce dalle dichiarazioni rilasciate dal presidente del consiglio comunale Ippolita Papagno, che in una intervista rilasciata qualche giorno fa al quotidiano Il Giorno aveva sostenuto che la seduta avrebbe potuto andare deserta “perché molti consiglieri sono ormai organizzati per le vacanze di Pasqua”. Ricordiamo che la data ipotizzata per il consiglio comunale straordinario era il 21 di aprile.

“Abbiamo chiesto un consiglio comunale in seduta straordinaria – dice Eleonora Gonnella, capogruppo del PD – come previsto e consentito dal Regolamento perché pensiamo sia importante fare chiarezza su ciò che sta avvenendo e sulle possibili ricadute sui cittadini. Ricordo che siamo di fronte a un avviso di garanzia a un assessore, che si è autosospeso, su cui la magistratura sta indagando per accertare fatti sembrerebbe relativi ad una turbativa d’asta di un bando per il rifacimento dei tetti delle scuole e l’installazione di impianti fotovoltaici; alla notifica di un’ulteriore custodia cautelare ad un soggetto che per un periodo di tempo a fine 2010 è stato consulente della Società Municipale Gas, partecipata indirettamente dal Comune di Arese, che risulterebbe aver truccato le tariffe e truffato i cittadini; a dichiarazioni del Sindaco che alludono ad una presunta tentata estorsione”.

“Se così fosse – prosegue la Gonnella – sarebbe una decisione da irresponsabili. La maggioranza tutta si assumerebbe la responsabilità di boicottare la seduta del Consiglio comunale dedicata a far luce sulle indagini in corso. Secondo noi un autogol della maggioranza. Noi abbiamo già iniziato a comunicare la data del Consiglio comunale e pensiamo che saranno tanti i cittadini che vi parteciperanno, nonostante la data prescelta”.

Questo articolo può essere commentato sulla nostra pagina di Facebook. Scopri qui se qualcuno lo ha già fatto!