Home Politica

Il “Forum” si presenta: in 400 all’auditorium

01 ottobre 2011 – Dopo lunghi mesi di preparazione e confronto, ieri sera ha visto ufficialmente la luce “Un forum per la città”. Si tratta di un gruppo composto da cittadini, associazioni, partiti politici e promosso da Giuseppe Augurusa, ex candidato sindaco di centro-sinistra alle elezioni 2009, che si propone di riempire un vuoto nella politica cittadina, di offrire informazione e occasioni di confronto agli aresini, di promuovere trasparenza e legalità e di formare una nuova classe dirigente. Il Forum, che al momento è solo un’associazione spontanea di persone e non un’organizzazione formalmente costituita, ha destato grande attenzione nella cittadinanza, che ieri ha stipato l’auditorium comunale con oltre 400 presenze.

In linea con i suoi obiettivi, Il Forum si è presentato offrendo informazioni relative ad Arese e proponendo dei progetti per i prossimi mesi. In particolare, sono state presentate tre tematiche che costituiscono le fondamenta della città: la situazione socio-demografica, lo sviluppo urbanistico e lo stato della scuola. Sul primo punto, la ricercatrice Barbara Scifo dell’università Cattolica di Milano ha offerto uno spaccato della popolazione, evidenziando come dal 2004 in poi si sia invertito il rapporto tra adolescenti e cittadini ultrasessantacinquenni. Bassa la percentuale di stranieri residenti, che non supera il sette per cento. Di questi, oggi oltre la metà arriva da Paesi relativamente poco sviluppati, come l’est europeo o il Sudamerica, con una percentuale in lenta ma costante crescita negli ultimi anni.

Interessante anche la relazione di Danilo Palazzo, docente di urbanistica al Politecnico di Milano, che ha messo in evidenza dati importanti sul consumo del territorio: Arese presenta una superficie urbanizzata pari al 74,60 per cento, di pochissimo inferiore a quella di comuni come Baranzate e Pero (entrambi di poco sopra al 75%) e di gran lunga superiore a realtà come Bollate (48,62%), Rho (62,30%) e Garbagnate (61,99%). L’impressione che tutti abbiamo di città “verde” deriva da una densità abitativa decisamente inferiore rispetto a quella dei comuni limitrofi.

Infine, la dirigente scolastica Rossana Caldarulo ha offerto una panoramica sul mondo scolastico aresino, evidenziando come la carenza di risorse e soprattutto la scarsa propensione alla pianificazione a medio e lungo termine stiano mettendo in difficoltà il mondo educativo locale. A fronte di alcuni numeri preoccupanti (nelle scuole aresine ci sarebbe una quota compresa fra il cinque e il dieci per cento di studenti che soffre di Dsa, ovvero di Disturbi Specifici dell’Apprendimento), ci sono anche notizie positive, come l’investimento che l’amministrazione locale fa ogni anno per sostenere i ragazzi diversamente abili, un vero punto di eccellenza nel panorama scolastico locale.

Per il futuro, il Forum sta mettendo in rampa di lancio diversi progetti di approfondimento. Il primo riguarda la realizzazione di una “mappa affettiva” del territorio cittadino. Il Forum chiederà il contributo degli studenti del quarto e quinto anno delle suole superiori e di tutti quanti vorranno collaborare per segnalare con foto, video e scritti i luoghi di Arese che per loro hanno un significato particolare. Tutto il materiale raccolto verrà poi riversato su Internet.

Il secondo progetto riguarda i più giovani, per i quali si sta studiando un piano formativo legato alla cittadinanza digitale, in modo da permettere ai nostri ragazzi di acquisire competenze e conoscenze, limitando i rischi di un mondo che, senza le opportune precauzioni, si può rivelare decisamente ostile.

Il terzo progetto è legato all’inserimento nel mondo del lavoro. “Ti accompagno al lavoro” vuole essere un percorso che parte dalla presentazione di se stessi attraverso la redazione di un curriculum vitae, passa dall’approccio più corretto nel caso di colloqui di selezione e porta fino alla gestione dei primi progetti all’interno dell’azienda. Una sorta di guida per giocare sempre al meglio le proprie carte.

Infine, il Forum, in collaborazione con il Laboratorio di ricerca per la politica, organizza tre incontri formativi e conoscitivi: il primo sulla qualità della vita e sui relativi indicatori per poterla misurare, il secondo dedicato alla finanza locale e alla sua gestione e il terzo per parlare dello sviluppo urbanistico della città.

Tutte le informazioni su “Un forum per la città” si trovano su un blog a questo indirizzo: http://unforumperlacitta.wordpress.com.

Sul canale YouTube di QuiArese sono disponibili i video della serata. Per la playlist completa clicca qui.

Per commentare questa notizia, visitate la nostra pagina di Facebook.