Home Politica

Il sindaco Fornaro ha rassegnato le dimissioni

02 dicembre 2011 – Alla fine ha ceduto. Il sindaco Fornaro, agli arresti domiciliari dallo scorso 22 settembre per la presunta “truffa del gas”, ha rassegnato le dimissioni. Il tutto sarebbe stato protocollato in comune alle 13.20. Con questo atto, chiesto da tempo da tutte le opposizioni, si chiude quindi l’attuale esperienza amministrativa di Pdl e Udc, che dopo l’uscita dalla maggioranza della Lega Nord avevano cercato di mantenere in vita una giunta ormai ridotta ai minimi termini: Carlo Giudici (Udc) come vice-sindaco reggente, Domenico Congedo (Udc) come assessore alla cultura e ai servizi sociali e Vincenzo Massari (Pdl) come assessore alla vigilanza e alla viabilità.

Per Gianluigi Fornaro nei giorni scorsi il Gip aveva autorizzato il giudizio immediato, la cui prima udienza è fissata per il 7 di febbraio, a meno che non vengano chiesti prima il rito abbreviato o il patteggiamento. Le sue dimissioni porteranno ora alla nomina di un commissario prefettizio che avrà il compito di gestire l’ordinaria amministrazione fino alla prossima tornata elettorale. “Prendiamo atto delle irrevocabili dimissioni di Fornaro,” si legge in un primo breve comunicato. “Rispettiamo la decisioni che Fornaro ha preso e, a seguito anche del confronto con i gruppi di maggioranza Pdl e Udc, annunciamo che nei prossimi giorni procederemo alla formalizzazione degli atti, nei termini previsti dalla legge.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.