Home Politica

Bossi e Calderoli ad Arese per Seregni

19 aprile 2012 – Venerdì sera alle 21,00 presso l’Auditorium Aldo Moro sarà il turno della Lega di presentare il proprio candidato sindaco, la lista elettorale e il programma. Un programma che il Carroccio definisce come un impegno concreto con i cittadini. Ospiti della serata saranno, oltre ad Andrea Gibelli, vicepresidente della Regione Lombardia e Fabrizio Cecchetti, consigliere regionale della Lombardia il membro del nuovo triumvirato che governa la Lega Roberto Calderoli e il neopresidente leghista Umberto Bossi, alla prima uscita ufficiale dopo Bergamo. Come sempre – dice il candidato sindaco Massimiliano Seregni – in occasione delle tornate elettorali sono sbucati come funghi buoni propositi, grandi proposte, banchetti e liste. Tutti in questi giorni si dedicano con dedizione agli interessi dei cittadini, trasformati miracolosamente in elettori. Una magia che sfortunatamente svanirà nel momento in cui l’elettore entrerà nella cabina elettorale, impugnerà la matita, traccerà il segno. In quel preciso momento, l’elettore perderà i suoi poteri, ritornerà nel suo semplice ruolo di cittadino, dimenticato ed ignorato fino alle elezioni successive”.

E’ questa poca considerazione per il cittadino che, secondo Seregni, è stata la causa del progressivo allontanamento delle persone dalla politica, compresa quella locale. “Il programma – argomenta Seregni – dovrebbe indicare dettagliatamente gli obblighi, i limiti e gli impegni del rappresentante nei confronti del rappresentato. Tuttavia, anche in queste elezioni, in molti programmi non c’è scritto nulla di certo se non grandi parole, dove si sprecano termini come: verificheremo, implementeremo, studieremo, valuteremo e potenzieremo. O la magica frase risolveremo le criticità. E’ davvero incredibile dover constatare come alcuni candidati dichiarino a voce soluzioni, impegni, temi e progetti  che non sono contenuti nel programma da loro depositato ufficialmente  in sede di presentazione delle liste. Del resto, all’interno degli astratti concetti quali analizzeremo le potenzialità, valuteremo la fattibilità eccetera potrebbe rientrarci la costruzione di una base spaziale, come la realizzazione di un semplice e banale marciapiede. E questa è una questione di trasparenza”.

E la Lega Nord invece cosa fa? “Noi – dice Seregni – abbiamo presentato un programma dettagliato con interventi concreti e reali e venerdì sera parleremo di quello che è stato scritto e ufficialmente depositato. Il nostro di sicuro non sarà un momento per inventarsi qualcosa da dire e per cercare di accaparrassi così il voto dei cittadini”. All’assemblea pubblica della Lega saranno presenti

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.