Home Politica

Laura Antimiani candidato a 5 Stelle

16 febbraio 2012 – E sei. E secondo candidato sindaco al femminile. Si tratta di Laura Antimiani che correrà per il Movimento 5 Stelle di Arese, come hanno annunciato i Grilliaresini direttamente sul loro sito (clicca qui) dove, oltre al nome del candidato sindaco ci sono i primi nove nominativi delle persone che andranno a fare parte della loro lista elettorale. Con tanto di curriculum e contatto di posta elettronica, secondo noi un bell’esempio di come si approcciano gli elettori ai tempi della rete. Sul sito del Movimento 5 Stelle trova spazio anche il programma elettorale, anche se in questa fase solamente quello nazionale che enuncia i principi cardine del movimento. A breve, come fa intendere la figura dell’omino con i lavori in corso, dovrebbe essere pubblicato anche il programma per la città di Arese.

Delle ragioni che hanno spinto il Movimento 5 Stelle a presentare una propria lista avevamo già parlato a fine gennaio (leggi qui) quando era stata annunciata ufficialmente la decisione dei Grilliaresini di partecipare alle elezioni. Vediamo quindi chi è il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle: Laura Antimiani è nata a Milano nel 1961, è sposata, ha tre figli e risiede da oltre vent’anni ad Arese. Diplomata prima negli Stati Uniti e poi al liceo linguistico Manzoni si è successivamente laureata in economia aziendale all’università Bocconi con doppia specialistica in marketing e finanza. Dopo dieci anni di lavoro, prima in un istituto bancario e poi in una multinazionale americana, la Antimiani è infine riuscita a fare della sua passione per le lingue una professione. Oggi, infatti, il candidato del Movimento 5 Stelle insegna italiano a stranieri adulti e a breve inizierà a lavorare con gli studenti Erasmus dell’università degli studi di Milano.

Politicamente la Antimiani è entrata nel MoVimento 5 Stelle nel 2008, con il quale ha condiviso le battaglie per un dialogo sul PGT con un questionario rivolto ai cittadini, contro Arese Sud, in difesa dell’acqua pubblica e del voto referendario, contro la tangenzialina, contro i privilegi della politica, per il corretto trattamento dei rifiuti, contro la cementificazione e il consumo del nostro territorio e per l’efficienza energetica. “La mia principale battaglia però – dice la Antimiani – è quella per la trasparenza amministrativa, che non deve solo essere regolata dalla legge, ma insita nei comportamenti di chi amministra una città. Per le elezioni comunali del 2012 della mia città, è venuto naturale candidarmi, insieme ai compagni di battaglie, per metterci in gioco in prima persona e mettere in pratica quanto appreso in questi anni”.