Home Politica

L’Udc sceglie la strada della lista civica

15 aprile 2013 – Con l’iniziare a delinearsi degli schieramenti per le prossime elezioni, anche l’Udc interviene per illustrare le proprie strategie, anche se, almeno per il momento, lo fa in maniera tutt’altro che esplicita. “La segreteria politica dell’Udc di Arese – si legge in un comunicato del partito guidato da Giuseppe Bettinardi – preso atto delle incertezze sull’identità della politica Italiana che non ha risparmiato certo anche l’Unione di Centro, pur non rinnegando nulla di quanto sino ad oggi fatto e l’attività svolta in questi anni, si pone in attesa degli sviluppi nazionali volti alla realizzazione di un nuovo soggetto politico per una seria proposta che coaguli i ‘moderati’ italiani e si ispiri al Partito Popolare Europeo. L’Udc è stato il partito che ha deciso di giocarsi sino in fondo la partita della coerenza, ha difeso il governo in carica che ha permesso ed evitato il fallimento della nazione, ma non è stato capito ed è stato penalizzato dall’elettorato”.

Ancora meno esplicite sono le indicazioni relative a come si presenterà l’Udc alle prossime amministrative, anche se sembra di intuire la conferma del fatto che il partito non vi parteciperà con un proprio simbolo ma con i suoi rappresentanti candidati all’interno di una o più nuove liste civiche: “Nell’attesa – prosegue, infatti, il comunicato – della realizzazione di questo importante progetto vitale per il rinnovamento della politica italiana, con la mente e l’azione sgombra da impegni verso sigle partitiche, consapevoli della necessità di contribuire a creare un governo stabile per la nostra Arese, unanimemente partecipiamo e ci impegnano a presentare una nuova proposta civica, completa di programma elettorale dai contenuti assolutamente innovativi e concreti, con liste di candidati consiglieri e una candidatura a sindaco ‘credibile’, che vorremmo condividere con i cittadini disponibili e quelle forze politiche che si riferiscono ai medesimi valori, sicuri che uniti si potrà dar vita ad una compagine amministrativa nuova e avere la certezza di dare soluzione alle evidenti problematiche nelle quali si trova la nostra città”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.