Home Politica

Muratori chiede referendum su viabilità

15 ottobre 2013 – Sino a oggi poco si sono espresse le minoranze in consiglio comunale sul progetto per la nuova viabilità aresina. Ora, però, arriva una netta presa di posizione di Luigi Muratori di Arese in Testa, che ha protocollato una mozione tramite la quale chiede che la maggioranza sottoponga al giudizio diretto dei cittadini il piano viabilità. Il testo della mozione, che verrà inserita all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale, ripercorre nella sua prima parte la storia del cosiddetto Piano Pavone, sul quale a suo tempo Muratori si era espresso in maniera negativa, invitando i cittadini alla mobilitazione (leggi qui). Nella sua mozione Muratori cita poi gli interventi di Patto Civico e Pd, che a loro volta criticavano la delibera commissariale numero 22 del 29 gennaio 2013, che ridisegnava la viabilità aresina con modifiche che, come sostengono coloro che criticano il piano, andrebbero a privilegiare il passaggio del traffico all’interno della città.

Nella sua mozione Muratori non entra direttamente nel merito del piano viabilità sul quale la giunta sta lavorando, ma chiede che, con il voto favorevole del consiglio comunale, il sindaco si impegni “a provvedere, ai sensi di legge e dell’Art. 55 dello Statuto Comunale ad indire una consultazione dei cittadini su tale argomento, mediante assemblee pubbliche per permettere ai cittadini di esprimere la loro opinione, con proposte e pareri”. Una consultazione che, se la mozione sarà approvata, dovrebbe poi essere realizzata mediante “l’invio a ciascuno di questionari, nei quali viene richiesto con semplicità e chiarezza un’opinione sul piano di viabilità che sarà poi approvato dal Comune di Arese”. In base a quanto prevede oggi lo Statuto Comunale, la consultazione non avrebbe nessun effetto vincolante sulle scelte finali della giunta ma sarebbe puramente consultiva e finalizzata a conoscere l’orientamento degli aresini sul nuovo piano della viabilità.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese